INGIUSTIZIA E’ FATTA: FIRMATO DA CGIL, CISL, UIL, SALFI E CISAL IL CCNL!

Roma -

Oggi, 12 febbraio CGIL, CISL, UIL, SALFI e CISAL hanno definitivamente firmato il CCNL, riuscendo anche nella non facile impresa di peggiorare con qualche ritocco qua e là, una ipotesi di CCNL già sufficientemente vergognosa.

In questi mesi hanno provato a mascherare le loro difficoltà inventandosi di tutto per difendere un contratto indifendibile, attaccando la nostra organizzazione sindacale che sta smascherando tutte le “truffe” contenute nel contratto.

I professionisti della disinformazione si stanno scagliando contro l’USB ma se si confrontassero con i lavoratori comprenderebbero (forse…) di aver firmato un contratto indecente. Ma naturalmente se ne guardano bene…

Noi in queste settimane abbiamo svolto assemblee in tantissimi uffici e non c’è stato un lavoratore, dicasi uno, che ha votato a favore del contratto.

Chi è senza argomenti, come al solito, elude il merito delle questioni e prova, goffamente, a spostare l’attenzione su di noi.

Le falsità raccontate non si contano e si concentrano, tra le altre cose, anche su quella norma profondamente antidemocratica e fortemente contestata da USB che preclude l’accesso alla contrattazione integrativa per chi, pur essendo O.S. maggiormente rappresentativa, non sigla il CCNL.

E’ vero quella norma c’è sempre stata ma NOI L’ABBIAMO SEMPRE SUBITA E MAI ACCETTATA e soprattutto non c’era la sentenza della Corte Costituzionale n. 231/2013 che ne riconosce l'illegittimità.

Ma poiché questa volta la misura è colma e noi crediamo che questo sia il peggior contratto mai stipulato nel settore pubblico, abbiamo deciso di dire basta.

Mentre i sindacati firmatari, contestati sonoramente da un presidio di lavoratori indetto dall’’USB siglavano il CCNL, la nostra O.S aveva già provveduto a notificare alla Funzione Pubblica e alle OOSS firmatarie la diffida nella quale intimavamo alle OO.SS firmatarie e all’Aran di non procedere alla stipula del CCNL se non dopo aver modificato la norma antidemocratica sull’accesso alla contrattazione integrativa.

Sprezzanti della democrazia hanno firmato lo stesso pensando di silenziare il dissenso. Ma hanno fatto male i calcoli perché la nostra battaglia sul contratto e sulla democrazia nei luoghi di lavoro continuerà anche utilizzando le vie legali. E sarà una battaglia utile anche per costruire il prossimo CCNL perché questo scadrà tra soli 10 mesi.

Non avendo argomenti per difendere l’indifendibile i firmatari continueranno con la consueta litania sulla mancata assunzione di responsabilità da parte di chi non ha siglato il CCNL: la verità è che loro sono totalmente irresponsabili nei confronti dei diritti dei lavoratori e supinamente responsabili nei confronti del governo!

Noi, in quanto O.S maggiormente rappresentativa, rivendichiamo il diritto di fare scelte diverse. Si chiama democrazia …

Noi la responsabilità di siglare un contratto peggiorativo per i lavoratori pubblici non ce la assumeremo mai!

Se dopo otto anni di mancato rinnovo contrattuale “assumersi le responsabilità” significa consegnare ai lavoratori un CCNL senza soldi e penalizzante dal punto di vista normativo, noi rivendichiamo la nostra irresponsabilità …

In fondo alla pagina trovate la diffida e la dichiarazione resa da USB al tavolo dell'Aran in occasione della sottoscrizione definitiva del CCNL Funzioni Centrali il 12 febbraio 2018 non sottoscritto da USB

USB Pubblico Impiego - Agenzie Fiscali