Emilia Romagna - Entrate, poche informazioni riservate

Ravenna -

Oggi a Ravenna c'è stato permesso di leggere il verbale dei vigili del fuoco con le motivazioni degli interventi da compiere nella sede di Piazza Caduti ma siccome contiente anche un esposto verso il Direttore provinciale ci è stata richiesta riservatezza sull'intero documento.

 

Solo USB ha letto il documento mentre gli altri si sono rifiutati di farlo. L'abbiamo fatto perchè non comprendiamo le vere motivazioni che spingono l'amministrazione a questo "pastrocchio".

 

Dal 3 ottobre partiranno una serie di sondaggi per stabilire la reale situazione dello stabile (durata prevista 3 settimane) per poi effettuare entro fine hanno un preventivo di spesa che la Direzione Centrale dovrà approvare, quindi partirà la gara d'appalto per realizzare il progetto esecutivo che dovrà essere autorizzato da Genio Civile, Sovrintendenza e Vigili del Fuoco ed infine la gara per l'appalto dei lavori che, se tutto va bene, comincerà nel 2020.

 

In tutto ciò si inserisce la sistemazione del tetto già assegnata da anni e non ancora conclusa e la necessità di sistemare il seminterrato entro il dicembre 2019.

 

Come USB abbiamo chiesto di sistemare l'ex caserma in via Nino Bixio, già resa disponibile dal Demanio, in modo che la soluzione è i soldi spesi servissero per sistemare definitivamente tutti i lavoratori della Dp che si trovano in un pessimo stabile. Ma il Direttore e la Direzione Regionale presente al tavolo, hanno detto che ciò non avverrà e che non si cambierà sede sino a quando lavoratrici e lavoratori dell'UPT non torneranno in Piazza Caduti.

 

Lo spostamento in via Trieste inizierà la prossima settimana, ma dopo l'incontro con USB e OO.SS. per modificare la flessibilità in entrata per tutti dalle 7:30 alle 8:45 uniformando l'orario di apertura al pubblico di Catasto e SPI dalle 8:00 alle 13:00 con una prima accoglienza diversa tra UPT e UT. Il tutto si concluderà il 2 ottobre. Per le sedi di Lugo e Faenza il Direttore si è detto disponibile, su richiesta dei lavoratori, a modificare anche per loro la flessibilità.

 

Come USB abbiamo chiesto di gestire l'apertura del cancello in via Trieste in modo automatico al fine di evitare che siano i lavoratori a dover aprire e chiudere la struttura. Ci ha risposto il Direttore di fare noi richiesta in Direzione Regionale. NO COMMENT!

 

SI cercherà di utilizzare la ditta di pulizia che lavora in Piazza Caduti per aumentare la pulizia dei bagni in via Trieste come richiesto al tavolo.

 

Abbiamo richiesto la possibilità di aumentare i 50 parcheggi disponibili chiedendo la cessione di almeno 10 posti alla CMC. Infine il Direttore ci ha detto che sarà aumentata la copertura della videosorveglianza, aperta una porta di accesso diversa per dipendenti e cittadini e che non è necessario realizzare una ulteriore scala antincendio, anche se su questo nutriamo forti dubbi considerata l'esigua larghezza delle rampe delle scale, ma ci è stato assicurato che anche i Vigili del Fuoco hanno confermato che sino a 300 persone le vie di fuga attuali sono sufficienti.

 

Al termine della riunione il Direttore ha detto al rappresentante di USB di non aver gradito il comunicato facendogli notare che la foto presente non era stata fatta presso la Dp di Ravenna. Abbiamo risposto che il comunicato non era stato scritto per compiacere al direttore ma per esprimere, anche in chiave sarcastica, il disagio di tutti i lavoratori.

 

Il direttore ci ha poi portato a visionare tutte le stanze che saranno occupate da un minimo di un lavoratore sino ad un massimo di cinque per stanza che forse si potrà ridurre a quattro.

USB Pubblico Impiego - Agenzie Fiscali Emilia Romagna