Lombardia – Entrate, Lodi: USB ottiene il rispetto del CCNL

Lodi -

Il 16 novembre, dopo diversi solleciti in tal senso, siamo stati convocati dalla Direzione provinciale di Lodi per ricevere l’informativa sulla questione dell’articolo 25 CCNL.

Ci erano stati segnalati episodi di colleghi che, dopo aver ottenuto l’autorizzazione a svolgere lavoro straordinario, davanti alla legittima richiesta di imputare l’eccedenza a riposo compensativo, sono stati invitati calorosamente a ritirare tale richiesta.

Ci era stato segnalato addirittura il caso di un provvedimento scritto di diniego.

Davanti a tali episodi come O.S. abbiamo immediatamente chiesto un incontro alla Direzione Provinciale, la quale, dopo quasi un mese dalla richiesta, ci ha convocato per “informarci” che si era trattato di un “disguido comunicativo” e che episodi del genere non si verificheranno più.

Abbiamo preso atto di quanto comunicatoci ed abbiamo però ribadito un principio per noi fondamentale: le esigenze dell'amministrazione (nella fattispecie la necessità di utilizzare le risorse messe a disposizione dalla DR per retribuire il lavoro straordinario) non possono e non devono pregiudicare i diritti delle Lavoratrici e dei Lavoratori.

L'articolo 25 CCNL è una norma molto chiara e non suscettibile di interpretazioni restrittive.

L'amministrazione ha la facoltà di non autorizzare lo svolgimento di prestazioni di lavoro straordinario. Non ha però la facoltà di decidere come quelle prestazioni (autorizzate) debbano essere utilizzate dal lavoratore (se a compensativo o a pagamento). Nella speranza che tali episodi non si verifichino di nuovo in futuro, invitiamo comunque tutte le Lavoratrici ed i Lavoratori della Direzione Provinciale di Lodi, a segnalare alla scrivente O.S. eventuali comportamenti posti in essere dalla Direzione Provinciale non conformi a quanto previsto dal CCNL.

Infine, senza volontà di ingerirci nelle dinamiche e nelle prerogative della RSU legittimamente eletta (e nel pieno rispetto dell'autonomia dell'organo) abbiamo ricordato che, per il futuro, in un’ottica di corrette metodologie Sindacali, davanti ad eventuali segnalazioni di criticità provenienti dai lavoratori o da un membro della stessa RSU, sarebbe opportuno che la Rappresentanza Sindacale Unitaria si attivi per richiedere un intervento chiarificatore della Direzione Provinciale, senza attendere che a farlo siano le singole Organizzazioni Sindacali.