1 ottobre 2007: soppressione dell'ufficio di Massa Marittima. Il puzzle prende forma.

Grosseto -

Mancava un solo tassello.

 

Tutti si ostinavano ad additarci come portatori di nefaste quanto infondate notizie ammonendo i lavoratori che il nostro obiettivo era solo quello di spaventarli per…

 

MA PER QUALE MOTIVO?

 

Non siamo degli oracoli o dei veggenti, né ci sentiamo più “svegli” di altri ma, forse, molto più di altri abbiamo a cuore i diritti e la dignità dei lavoratori, dei nostri colleghi. E così, quando nello scorso mese di aprile abbiamo scartato la scatola che conteneva il puzzle sulle “possibili ipotesi di futuri riassetti organizzativi e/o strutturali di alcuni Uffici della Toscana”,non abbiamo fatto altro che guardare l’immagine del disegno che si andava a comporre. Con la complicità, il silenzio e la falsa disattenzione di TUTTI gli altri!

 

 

Solamente lo scorso 11 luglio la D. R. Toscana. ci aveva assicurato che sino a tutto il 2008 non si sarebbe più neanche parlato di accorpamento, chiusura o riassetto di uffici e che meno che mai si sarebbero riviste le relative piante organiche!

 

Oggi invece, 11 settembre 2007,  a ciel sereno, riceviamo il decreto di chiusura dell’ufficio di Massa Marittima (decorrenza 1 ottobre 2007) assieme alla convocazione della direzione regionale (venerdì 14 settembre) per concertare le scelte già fatte! Senza alcuna informazione preventiva, né contrattazione, a nessun livello. Poche ore prima, nel pomeriggio di giovedì 13 settembre, saremo informati, ancora una volta, “in ordine alle possibili ipotesi di futuri riassetti organizzativi e/o strutturali di alcuni Uffici della Toscana”

 

 

L’ultimo tassello del primo puzzle è ormai pronto per essere sistemato al proprio posto e già stanno per consegnarci le prossime scatole… uguali alle precedenti.

* Questo sito usa i cookies per effettuare statistiche sulla navigazione. Navigando sul sito accetti l'utilizzo dei cookies Ulteriori Informazioni