Abruzzo - Entrate, L'Aquila: se il controllo si ferma l'economia non riparte

L'aquila -

USB Agenzie fiscali ha incontrato, il giorno 23 giugno, il Direttore Provinciale dell’Aquila, successivamente il Direttore Regionale e ha poi svolto una assemblea del personale.

La richiesta d’incontro con il Direttore provinciale, e di assemblea del personale origina dal malcontento espresso dai lavoratori della DP di L’Aquila in relazione ad un ordine di servizio del Direttore provinciale con il quale, dal 1 luglio, si provvede ad assegnare una parte del personale, attualmente addetto all’area controllo, presso l’area legale del medesimo ufficio, ridimensionando fortemente l’area controllo presso la Dp di L’Aquila.

 

Tale ordine di servizio s’inscrive, da quanto abbiamo appreso dal Direttore Provinciale prima e poi dall’incontro avuto con il Direttore Regionale, in un progetto più ampio volto ad accentrare tutta l’area legale della provincia di L’Aquila, presso la Direzione provinciale.

 

Durante l’incontro abbiamo rappresentato tutta la nostra contrarietà rispetto alle decisioni assunte dall’amministrazione che:

 

  • sono avvenute senza attivare il confronto previsto dal CCNL con le OO.SS;

 

  • ridimensionano fortemente l’area controllo (e quindi l’attività di contrasto   all’evasione) sul territorio di L’Aquila;

 

  • non tutelano assolutamente le professionalità acquisite dal personale dell’area controllo, traghettandolo, sic et simpliciter, verso l’area legale;

 

  • non chiariscono i criteri adottati nell’individuazione del personale da assegnare all’area legale e del personale che permarrebbe nell’area controllo.

 

Insomma una operazione unilaterale da un lato, e poco trasparente dall’altro. [...]

 

Scarica il testointegrale el comunicato in fondo alla pagina.

* Questo sito usa i cookies per effettuare statistiche sulla navigazione. Navigando sul sito accetti l'utilizzo dei cookies Ulteriori Informazioni