Agenzia Territorio - Rotto il muro del silenzio!

Roma -

Finalmente la persistenza di RdB nel richiedere incontri chiarificatori all’Agenzia del Territorio comincia a portare i primi risultati.   Il 9 ottobre abbiamo manifestato in Direzione Centrale le nostre perplessità su una pluralità di situazioni che preoccupano i lavoratori dell’Agenzia del Territorio.

 

Cosa abbiamo ottenuto:

 

1. Siamo riusciti a esprimere la nostra insoddisfazione sul ruolo di controllo che l’Agenzia del Territorio NON sta svolgendo sul processo di decentramento e abbiamo consegnato un elenco particolareggiato di irregolarità registrate in diversi poli catastali sperimentali. L’Agenzia del Territorio ha assicurato un intervento più mirato e ha richiesto la collaborazione di RdB a continuare a segnalare tutte le anomalie di cui verrà a conoscenza.

2. Ci è stato assicurato che nell’incontro del 22 ottobre, in cui siamo stati convocati per decidere la ripartizione dei fondi in merito alla produttività 2007 degli uffici provinciali, saranno rilasciate una serie d’informazioni in merito alle nuove trasformazioni in atto e a come l’Agenzia intenda muoversi nel quadro dei forti tagli economici che, “grazie” al decreto Brunetta, hanno colpito tutti i lavoratori in generale e in maniera più marcata quelli che producono di più. Si comincia a parlare anche di premiare la produttività individuale anche se per il 2009 le risorse sono pressoché nulle.

3. Sul Polo di Montichiari, dove esistono una pluralità di anomalie, ci è stato promesso un intervento diretto da parte della Direzione Centrale.

4. Per quanto riguarda i rapporti sindacali, fermi ormai da più di due mesi, l’impegno formale è stato quello di ricominciare da subito un dialogo costruttivo ed aperto anche in merito alla delicata questione del decentramento nell’ottica del federalismo fiscale.

 

Non possiamo sicuramente fare salti di gioia ma il muro del silenzio è stato rotto e siamo certi che se riusciremo ad arrivare al tavolo di trattativa tre giorni dopo lo sciopero generale del Pubblico Impiego indetto dal sindacalismo di base e con la forte partecipazione delle lavoratrici e dei lavoratori delle Agenzie Fiscali, renderemo assai più incisiva la nostra azione sindacale.

 

Vi chiediamo quindi, non soltanto di aderire allo sciopero generale del 17 ottobre ma di partecipare tutti alla manifestazione che si svolgerà a Roma che partirà alle 9.30 da Piazza della Repubblica per giungere a Piazza San Giovanni.

 

Informati presso la federazione regionale di RdB più vicina a te: abbiamo organizzato centinaia di pullman e di treni speciali che partiranno da ogni parte d’Italia. Non mancare a questo evento che dovrà lasciare un segno incancellabile nella storia contro l’attacco distruttivo al Pubblico Impiego.

* Questo sito usa i cookies per effettuare statistiche sulla navigazione. Navigando sul sito accetti l'utilizzo dei cookies Ulteriori Informazioni