Agenzie Fiscali - Fuori i soldi!

RdB scrive ai direttori delle Agenzie Fiscali per chiedere il pagamento delle quote esigibili della produttività

È con sconcerto che alla ripresa dell’attività sindacale constatiamo che ai gravi problemi che incombevano a luglio sul nostro salario accessorio, si è aggiunto il mancato pagamento anche di quella parte di produttività prevista dalla Convenzione che non è stata direttamente colpita dalle modifiche legislative introdotte dal decreto Brunetta.

 

In questa fase ci aspettavamo dalle Agenzie una particolare attenzione al pagamento di queste somme. Siamo stati invece costretti a scrivere ai Direttori delle Agenzie per sollecitarne l’immediato pagamento.

 

In mancanza di tempestive risposte i Lavoratori avranno un motivo in più per adeguare il ritmo del lavoro ai tempi lunghi che impiega l’amministrazione a retribuirlo.


Roma, 2 settembre 2008

Al Direttore dell’Agenzia delle Entrate, Dr. Attilio Befera

 

ROMA

 

 

Al Direttore dell’Agenzia delle Dogane, Dr. Giuseppe Peleggi

 

ROMA

 

 

Al Direttore dell’Agenzia del Territorio, Dr.ssa Gabriella Alemanno

 

ROMA

 

 

I Lavoratori delle Agenzie Fiscali, già quest’anno penalizzati dalle note vicende relative al finanziamento del comma 165 che ha comportato il blocco di gran parte del salario accessorio, a tutt’oggi non hanno percepito il saldo del 2007 e il primo acconto del 2008 della quota incentivante prevista dalla Convenzione ai sensi dell’ art. 59 della l. 300/99.

           

Al fine di evitare ai dipendenti ulteriori disagi riteniamo che le Agenzie debbano in questa fase porre una particolare attenzione al rispetto delle scadenze nei pagamenti.

           

Chiediamo pertanto l’immediato avvio delle procedure necessarie alla liquidazione delle somme dovute e la convocazione di un incontro per far chiarezza sulla situazione dei fondi aziendali destinati al personale.

 

Distinti Saluti

 

p/RdB/PI Agenzie Fiscali,Francesco Serino

 

* Questo sito usa i cookies per effettuare statistiche sulla navigazione. Navigando sul sito accetti l'utilizzo dei cookies Ulteriori Informazioni