Agenzie Fiscali - Scriviamo al Ministro

Con il comunicato pubblicato questa mattina abbiamo chiesto al Ministro Giulio Tremonti di sbloccare subito i fondi per il 2007 già decurtati dal decreto legge 112/08 in corso di conversione in Parlamento.

 

Con la lettera inviata al suo dicastero nel pomeriggio di oggi abbiamo formalizzato la richiesta.

 

Segue testo integrale della lettera inviata al Ministro dell'Economia e Finanze, On. Giulio Tremonti

 


Roma, 23 luglio 2008

La firma del decreto per lo stanziamento dei fondi 2007

 

Il 16 luglio scorso i Lavoratori delle Agenzie fiscali hanno aderito numerosi allo sciopero indetto dalla nostra organizzazione sindacale. In centinaia hanno riempito Piazza di Monte Citorio che anche domani sarà teatro di altre iniziative di protesta. A ciò si aggiungono molte altre iniziative alle quali i Lavoratori hanno dato vita spontaneamente per ribadire la loro contrarietà alla campagna di diffamazione contro i dipendenti pubblici e per chiedere certezza e continuità del loro reddito. Circa un anno fa pervenivano al suo dicastero le 17.500 firme raccolte tra i Lavoratori che chiedevano la modifica del comma 165 della legge n. 350/2003. Quelle firme attendono ancora una risposta.

 

Nel frattempo il decreto 112/08 che in queste ore viene convertito in legge dello Stato è intervenuto d’urgenza a ridurre le risorse che l’art. 12 del decreto 79/97 e successive modificazioni stanziava a favore dei Lavoratori dell’amministrazione finanziaria.

 

Al danno della riduzione si aggiunge la circostanza della mancata firma del nuovo decreto  ministeriale di assegnazione delle risorse per il Fondo 2007, e ciò sta creando un’ulteriore penalizzazione per i Lavoratori che attendono di essere retribuiti per il lavoro altamente qualificato svolto nel 2006.

 

A nome di coloro che hanno firmato la nostra proposta di modifica un anno fa e di quanti hanno scioperato e stanno manifestando in questi giorni le chiediamo pertanto di firmare il decreto di assegnazione delle risorse con la stessa urgenza con cui il Governo di cui le è autorevole esponente ha tagliato le risorse per quest'anno e le ha congelate per gli anni a venire.

 

Le chiediamo, inoltre, di aprire subito un tavolo di confronto che chiarisca le intenzioni del Governo affinché cessi al più presto la situazione di incertezza economica che si è venuta a creare con le ultime modifiche legislative e affinché sia dato un senso alla volontà, manifestata nel citato decreto legge 112/08, di procedere al riordino della materia.

 

p/RdB-CUB Pubblico Impiego - Settore Agenzie Fiscali,Francesco Serino

* Questo sito usa i cookies per effettuare statistiche sulla navigazione. Navigando sul sito accetti l'utilizzo dei cookies Ulteriori Informazioni