Agenzie Fiscali - Sul Contratto (comunque vada) pronti al referendum tra i Lavoratori

Roma -

La vertenza contrattuale potrebbe essere al suo epilogo. Noi abbiamo quindi ritenuto opportuno avviare da subito tutte le iniziative necessarie alla preparazione e allo svolgimento del referendum consultivo tra i Lavoratori del Comparto Agenzie Fiscali.

In un momento in cui si avverte più che in passato la distanza fra rappresentanti e rappresentati - e non solo nella sfera della politica dei partiti - riteniamo di fondamentale importanza chiamare tutti i Lavoratori a esprimersi in un esercizio di democrazia partecipativa e di pratica sindacale.

Sebbene il referendum non abbia valore vincolante, esso esprime secondo noi il momento più alto del rapporto che lega le organizzazioni sindacali ai loro mandanti.

Di seguito trascriviamo il testo della lettera inviata ai vertici dell'amministrazione finanziaria. La copia può essere scaricata dal nostro sito.


Roma, 24 febbraio 2008

Al Direttore dell’Agenzia delle Entrate, dr. Massimo Romano R O M A

Al Direttore del Personale dell'Agenzia delle Entrate, dr. Girolamo Pastorello R O M A

Al Direttore dell’Agenzia delle Dogane, dr. Giuseppe Peleggi R O M A

Al Direttore dell'Ufficio Relazioni Sindacali dell'Agenzia delle Dogane, dr. Iodice R O M A

Al Direttore dell’Agenzia del Territorio, dr. Mario Picardi R O M A

Al Direttore del Personale dell'Agenzia del Territorio, dr. Giovanni Imbucci R O M A

Al Direttore dell'Amministrazione Autonoma Monopoli di Stato, dr. Giorgio Tino R O M A

Al Direttore per l'Organizzazione e la Gestione Risorse, dr. Fabio Carducci R O M A

 

Oggetto: Richiesta di spazi fisici e informatici per lo svolgimento di referendum consultivo.

 

Subito dopo la sottoscrizione della pre-intesa relativa al rinnovo del CCNL del comparto Agenzie Fiscali, la scrivente organizzazione sindacale intende organizzare un referendum tra tutti i Lavoratori del comparto, affinché siano messi in condizione di esprimere la loro opinione liberamente e con il maggior grado possibile di coinvolgimento.

A tale scopo richiediamo che vengano messi a disposizione dei Lavoratori, in ogni unità organizzativa di codeste amministrazioni, spazi fisici adeguati allo svolgimento delle operazioni di voto, così come è già accaduto mesi addietro in occasione del referendum di consultazione sul Patto per il Lavoro.

Data l'importanza fondamentale assunta in questi anni dal mezzo di comunicazione informatico, si chiede inoltre che là dove esistono impedimenti e ostacoli alla comunicazione tramite posta elettronica con i Lavoratori delle Agenzie Fiscali, detti impedimenti e ostacoli vengano rimossi per assicurare il corretto svolgimento delle operazioni pre-referendarie e referendarie.

È infatti intenzione della scrivente organizzazione sindacale inviare agli indirizzi di posta elettronica dei Lavoratori del Comparto le informazioni sulle modalità di partecipazione al voto che si potrà svolgere anche in forma elettronica.

Restiamo in attesa di riscontro. Cordiali saluti.


p/RdB-CUB Pubblico Impiego - Settore Agenzie Fiscali, Stefania Lucchini

* Questo sito usa i cookies per effettuare statistiche sulla navigazione. Navigando sul sito accetti l'utilizzo dei cookies Ulteriori Informazioni