Convenzioni 2011, zero risposte alle richieste sindacali. Il comunicato congiunto

Nessuna certezza sull'ammontare delle risorse che devono finanziare il salario accessorio del 2011 né sui tempi di preparazione del decreto di stanziamento dei fondi.

Questo è in sostanza il risultato della riunione di ieri pomeriggio, inconsistente nella parte che riguarda le risorse da destinare al salario accessorio dei lavoratori, nelle risorse da investire per nuove assunzioni e ulteriori passaggi d'area - anche per mezzo della riserva di posti - e che ha dato come unica certezza il fatto che i carichi di lavoro aumenteranno anche nel 2011.

Peccato però che anche nel 2011 - e ancora per sei anni - ai lavoratori pubblici toccherà il blocco dei contratti e delle retribuzioni in un quadro di tagli ai fondi destinati alle Agenzie, che anche la riunione di ieri non ha mancato di confermare.

Abbiamo affidato una prima, immediata valutazione al comunicato congiunto che segue.

 

COMUNICATO CONGIUNTO

L'incontro odierno con i vertici del MEF e delle Agenzie Fiscali sulle Convenzioni 2011/2013 è stato del tutto insoddisfacente per quanto attiene alle certezze su entità e disponibilità delle risorse derivanti dal "comma 165".

Il tutto mentre non si intravedono modifiche al farraginoso sistema incentivante e permangono le decurtazioni previste dalle leggi precedenti sulle somme del 2008. 

L'Amministrazione Finanziaria e le Agenzie Fiscali rappresentano un patrimonio per il Paese. Le scriventi OO.SS. ritengono, pertanto, necessario mettere al centro del dibattito il rafforzamento della macchina fiscale e delle professionalità degli addetti a garanzia dell'equità fiscale al servizio di una vera democrazia.

Roma 2 agosto 2011

 

CGIL FP     UILPA     CONFSAL- SALFI     FLP     USB

* Questo sito usa i cookies per effettuare statistiche sulla navigazione. Navigando sul sito accetti l'utilizzo dei cookies Ulteriori Informazioni