DICIAMO NO AL FISCO LAVATRICE!

FERMIAMO L'ENNESIMO CONDONO

FIRMA CONTRO LA RIAPERTURA DEI TERMINI PER IL RIENTRO DEI CAPITALI ILLEGALMENTE ESPORTATI ALL'ESTERO!

Le prime inizitiave

Roma -

Dopo la prima voluntary disclousure, stiamo assistendo alla fase due della voluntary che prevede una riapertura dei termini premiando, a tempo indeterminato, tutti gli evasori che hanno occultato i capitali all'estero.

Il problema dell'evasione fiscale è direttamente collegato ai tagli allo stato sociale, per questo abbiamo deciso di inserire il NO ALLA VOLUNTARY, nell'ambito della campagna "Voglio lavoro e stato sociale"!

L'evasione fiscale è mostruosamente alta come sappiamo bene tutti e da anni i governi che si succedono dichiarano di volerla combattere, ma, anziché contrastarla, si continuano a varare condoni, come riepiloghiamo nel volantone che vi alleghiamo.

E sono per primi lavoratori e pensionati a rimetterci sia perché si esaspera la tassazione nei loro confronti,sia perché il famoso eccesso di spesa, per cui si tagliano pensioni, sanità, scuola ecc. ecc., in realtà è anche un deficit delle entrate costruito dai vari governi in questi anni.

Non vogliamo qui riassumere quanto leggerete sul volantone e che abbiamo scritto su molti comunicati, ma stiamo anche assistendo ad una trasformazione profonda dell'Agenzia delle Entrate che da soggetto preposto al controllo, diventa consulente delle imprese. 

Per queste ragioni crediamo importante e necessario lanciare una campagna di raccolta firme contro la voluntary tra i lavoratori e tra i cittadini.

 

 

 

 

* Questo sito usa i cookies per effettuare statistiche sulla navigazione. Navigando sul sito accetti l'utilizzo dei cookies Ulteriori Informazioni