Dogane - Divieto di accesso !!! Raccolta firme

Eliminare gli ostacoli che bloccano le carriere, cominciando con una raccolta firme

Roma -

Nonostante stiano per concludersi le procedure di passaggio tra le aree sono ancora molti gli ostacoli che dovremmo affrontare prima di poter metter la parola fine a questa vicenda.

 

L’Amministrazione ha dichiarato nella trattativa del 7 che entro dicembre usciranno le graduatorie del concorso ma che non ci sarà l’inquadramento economico , bloccato dall’art. 9 del dl 78/2010, che  sospende gli effetti economici  dei passaggi  fino al 2014. 

 

Anche per quanto riguarda lo scorrimento delle graduatorie ci sono seri ostacoli normativi. Infatti, anche se il ministro ha perso la poltrona,  il tavolo apparecchiato con la minestra normativa che Brunetta ha cucinato per i dipendenti pubblici è ancora lì.

 

Ci riferiamo al nuovo regime previsto dall’art. 24 del d.lgs 150/2009 secondo il quale i passaggi tra le aree dovranno avvenire solo per concorsi esterni. Sono tutte norme che USB ha sempre contrastato, denunciandone l’aspetto esclusivamente punitivo, che nulla hanno a che fare col taglio della spesa pubblica che già sta pesantemente colpendo i Lavoratori pubblici col blocco dei contratti e dei salari.

 

Ora siamo sicuri che in vista delle elezioni Rsu anche chi ha strizzato l’occhio a quella demagogica campagna meritocratica, che fino a ieri ha buttato acqua sul fuoco nascondendone o sottovalutandone gli effetti, griderà allo scandalo e magari farà iscritti organizzando ricorsi e promettendo sconti sulle parcelle degli avvocati.

 

Noi non ci arrenderemo ai dettami del d.lgs 150, che non delinea modalità diverse di sviluppo professionale ma di fatto le cancella, né delegheremo le nostre rivendicazioni sindacali esclusivamente alle vie legali, ma inizieremo un percorso di mobilitazione dei Lavoratori delle Dogane  che metta in luce le contraddizioni dell’assurda legislazione portata avanti negli ultimi anni e le rigetti al mittente.

 

E il mittente non può che essere chi ha portato avanti la politica degli scudi fiscali, dei condoni e dei tagli lineari. I problemi dei passaggi di area non sono sganciati da tutto questo, dal blocco dei contratti, dal tetto alle retribuzioni, dall’improduttività per legge delle fasce brunettiane. Per questo siamo consapevoli che nulla si potrà risolvere con un’azione estemporanea e che non ci sono le condizioni perché si risolva qualcosa dall’alto senza lottare per conquistarla. 

 

Per questo parliamo di inizio di un percorso e invitiamo i Lavoratori delle Dogane tutti, non solo quelli interessati alla graduatoria, a firmare il documento allegato per dichiarare la propria contrarietà a questa politica che alla fine, sotto diverse forme, ha l’unico scopo  di gettare nell’incertezza retributiva migliaia di lavoratori del fisco, di ingessare i nostri diritti e mortificare la nostra professionalità.

 

Scarica comunicato, MODULO RACCOLTA FIRME, accordi del 7 dicembre in fondo alla pagina.

* Questo sito usa i cookies per effettuare statistiche sulla navigazione. Navigando sul sito accetti l'utilizzo dei cookies Ulteriori Informazioni