Emilia Romagna - Entrate, la Dr non vuole la mobilità regionale

Ce l'ha detto così tante volte... Non le interessa!

Bologna -

Ce l’ha detto così tante volte, condendo con frasi del tipo I Lavoratori devono maturare … oppure fosse per me … una volta c’era il vincolo dei 5 o dei 7 anni …

 

Così la Dre ci ha proposto di rivedere l’accordo quadro, ovviamente a perdere: la mobilità diventerebbe biennale (solo pochi mesi fa erano previste 2 mobilità l’anno), nessuna regola per il numero dei (pochi) posti in entrata ed in uscita, ed all’interno della provincia decide il Direttore (previo confronto con le OOSS) ed il Lavoratore non può neanche rifiutare.

 

Bello vero?

 

Visti i termini, RdB ha proposto di rinviare la riforma dell’accordo quadro (che non è obbligatoria: ne abbiamo uno migliore ancora in vigore da anni e non c’è alcuna necessità di rivedere sempre gli accordi in peggio …) e di procedere solo all’accordo per la mobilità di quest’anno: ci sembrava e ci sembra una proposta positiva e di buon senso.

 

Invece, il solito atteggiamento della Dre.

 

Finisce con un verbale di mancato accordo, scritto dalla Cgil (proprio lei…) di proprio pugno per tutte le OOSS.

 

Ma a questo punto la Dre non lo sigla e dice di volerci ancora pensare e valutare, e nessuna delle parti al tavolo lo sottoscrive. La trattativa continua …

* Questo sito usa i cookies per effettuare statistiche sulla navigazione. Navigando sul sito accetti l'utilizzo dei cookies Ulteriori Informazioni