Emilia Romagna - Entrate, L'orario di lavoro non si tocca

Bologna -

Continua la battaglia in difesa dei diritti dei lavoratori in merito all'orario di lavoro.

Da alcune settimane nelle Direzioni Provinciali dell’Emilia Romagna si susseguono gli incontri nell’ambito delle trattative per la modifica dell’orario di lavoro, senza che al momento si sia riusciti a raggiungere un’intesa su alcun tavolo locale.

Sono troppi i vincoli imposti a monte dall’amministrazione ed appaiono eccessive e immotivate le restrizioni dei diritti contrattuali imposte ai lavoratori dai dirigenti delle diverse strutture; fattori, questi, che hanno impedito fino ad ora di trovare una qualsiasi soluzione.

Ai dipendenti viene richiesto uno sforzo notevole in termini di aumento delle ore di apertura al pubblico e dei servizi da rendere all’utenza, a fronte di una notevole contrazione dei diritti previsiti dai vigenti accordi in materia di orario di lavoro, di servizio e di apertura al pubblico, che hanno consentito per tutti questi anni di assicurare l’opportuno ed indispensabile equilibrio tra le situazioni personali e familiari e le attività da svolgere.

Abbiamo quindi deciso di scrivere al Direttore dell'Agenzia del Entrate per lasciare che la trattativa sindcale locale sia libera da vincoli e che l'intera procedura sia bloccata in considerazione dei disagi che attualmente coinvolgono molti lavoratori a causa del terremoto.

Scarica il comunicato unitario in fondo alla pagina

* Questo sito usa i cookies per effettuare statistiche sulla navigazione. Navigando sul sito accetti l'utilizzo dei cookies Ulteriori Informazioni