Emilia Romagna - Siamo già a 38

Anagrafe Tributaria: l'incontro e i dati forniti dalla DRE.

Bologna -

In un anno, passano da 19 a 38 i colleghi segnalati alla Magistratura, e poi si preannunciano sanzioni e nessun rimborso per le spese legali sostenute dagli indagati. Intanto le indagini dell'Agenzia continano. E meno male che la Dre aveva promesso nessun atteggiamento persecutorio: altri 12 colleghi, più ulteriori 7 su nuove indagini dell’Agenzia, tutti segnalati alla Magistratura.

 

Ecco i dati forniti dalla Direzione Regionale: 38: i colleghi nella Regione Emilia Romagna con un procedimento della Magistratura di cui 19 relativi allo scorso anno, 12 ulteriori in altre Procure della Regione, 7 su nuove indagini e segnalazioni dell’Agenzia.

 

Sul fronte delle sanzioni la Direzione Regionale ha già irrogato la prima, e si appresta a distribuire le altre, appena chiuse le indagini della Magistratura. Non aveva promesso di non procedere?

 

Quanto alle spese legali, nessun rimborso ad eccezione di 2 colleghi. Non era stato promesso il rimborso delle spese legali per tutti gli indagati?

 

Abbiamo chiesto e siamo certi che la Direzione Regionale terrà fede agli impegni assunti un anno fa, l’annullamento delle sanzioni ed il rimborso delle spese legali.

 

Ma non è tutto. È evidente come l’Agenzia continui a indagare rinviando con sbalorditiva facilità colleghi davanti al Magistrato: in un anno siamo passati da 19 a 38 casi.

 

Vogliamo garanzie. Non possiamo rischiare di interrogare un codice fiscale, per lavoro o meno, e di ritrovarci denunciati dall’Agenzia alla Magistratura. E non può essere nostro l’onere di dover dimostrare di avere effettuato l’interrogazione nell’ambito dell’attività lavorativa.

 

Vogliamo regole e garanzie certe.

 

Nel frattempo, chiediamo la sospensione di qualsiasi nuova attività d’indagine dell’Agenzia.

 

Mentre continua incessante la campagna contro i Pubblici dipendenti l’Agenzia, invece di tutelare i Lavoratori, sceglie un atteggiamento duro più utile alla propria immagine. E nel frattempo continua ad indagare, alla ricerca di nuovi colleghi rei di chissà cosa…

 

In mancanza di risposte positive, il nuovo anno ci costringerà subito a tutelarci da soli nell’uso dell’Anagrafe Tributaria.  

* Questo sito usa i cookies per effettuare statistiche sulla navigazione. Navigando sul sito accetti l'utilizzo dei cookies Ulteriori Informazioni