Emilia Romagna - Territorio, a Modena USB firma accordo ripartizione fondi e richiede mobilità volontaria

Bologna -

In uno degli uffici con la maggior carenza di personale d’Italia è facile, tutti devono fare un po’ di tutto, pertanto non è difficile tra persone intelligenti trovare un accordo che non si limiti a remunerare poche posizioni.

Laddove la disponibilità della dirigenza è aperta a rispondere alle necessità dei lavoratori, senza vincoli pretestuosi, peraltro non previsti dall'accordo nazionale, si riescono a trovare soluzioni accettabili che come USB ci sentiamo in grado di sostenere con la nostra firma.

Il problema da risolvere a Modena è semmai la carenza cronica di personale.

Abbiamo scritto alla Direzione Centrale e a quella Regionale perché trovi una soluzione definitiva all’annoso problema impegnandosi a far arrivare qualche lavoratore anche a Modena. Sorprende che in diverse altre province siano stati trovati altri dipendenti, mentre nessun distaccato da altre amministrazioni è arrivato presso l’ufficio di Modena.

Chiediamo che l’Agenzia si faccia carico, a tutti i livelli, di far si che la carenza cronica di personale di questo ufficio diminuisca con l’arrivo di altro personale. Da troppi anni questi lavoratori sono stressati da carichi di lavoro irraggiungibili, non per loro colpa, ma solo per la carenza enorme di personale.

Scarica lalettera invit in DC e DR in fndoalla pagina.

* Questo sito usa i cookies per effettuare statistiche sulla navigazione. Navigando sul sito accetti l'utilizzo dei cookies Ulteriori Informazioni