Emilia Romagna - Territorio, l'auto al servizio dei lavoratori

Piacenza -

Ancora una volta l’unione e la determinazione dei lavoratori paga.

 

A Piacenza il 90% dei tecnici ha scritto all’Amministrazione di non essere disposto ad utilizzare il proprio mezzo privato per accertamenti.

 

Crediamo infatti fondamentale aumentare il controllo del territorio e l’investimento in risorse e mezzi.

 

Abbiamo quindi apprezzato l’acquisto dei mezzi avvenuto in luglio e la disponibilità, dopo diversi solleciti, della Direzione Regionale a fornire per un mese l’uso dell’automobile per accertamenti d’ufficio.

 

Un gesto quasi simbolico considerato il breve lasso di tempo, il periodo di pioggia poco propizio e il numero di tecnici in sopralluogo, ma crediamo importante essere riusciti a trasformare una protesta in un risultato concreto che cambia il modo di affrontare i problemi.

 

Invitiamo gli altri uffici della regione a richiedere l’uso del mezzo. Se le richieste saranno molte esigeremo che la Direzione Regionale richieda altri mezzi alla Direzione Centrale, così come previsto dall’accordo nazionale.

 

Continueremo a sollecitare anche il risarcimento dei soldi spesi dai lavoratori per incidenti avvenuti per svolgere le missioni per conto dell’Agenzia del Territorio. Anche questa una promessa che crediamo debba essere mantenuta in fretta.

 

Prima i lavoratori prenderanno consapevolezza della propria forza e prima si otterranno risultati concreti così come avvenuto per l’auto di servizio o la realizzazione delle progressioni economiche. Dai forza e sostegno ad USB per cambiare il tuo futuro e il tuo presente.

 

Scarica il comunicato in fondo alla pagina.

 

* Questo sito usa i cookies per effettuare statistiche sulla navigazione. Navigando sul sito accetti l'utilizzo dei cookies Ulteriori Informazioni