Entrate - fondi 2011: soldi dopo l'estate e progressioni rinviate

Roma -

Nell'incontro del 17 luglio sono stati firmati definitivamente gli accordi sulla ripartizione dei fondi dell’Agenzia delle Entrate e dell’ex Territorio: dopo le verifiche degli organi di controllo, i fondi sono stati riconfermati nella sostanza per le Entrate, mentre hanno subito un taglio di 263.000 euro per l’ex Territorio che scaturisce dal fatto che i conteggi sono stati effettuati non sulla forza lavoro disponibile e cioè sulla realtà dei fatti, ma sull’organico teorico che, come USB, chiediamo da anni di adeguare con passaggi tra le aree e nuove assunzioni.

 

L'USB, che già non aveva firmato la preintesa, per le medesime ragioni non ha sottoscritto la costituzione definitiva del fondo in quanto le risorse fisse e ricorrenti che potevano essere utilizzate per ulteriori passaggi economici sono state destinate a finanziarie, all'Agenzia delle Entrate e non all'ex Territorio, altre posizioni organizzative ed incarichi di responsabilità.

 

Durante l'incontro, poi, l'amministrazione ha ripresentato il protocollo d’intesa sui “Provvedimenti di chiusura di uffici territoriali . Ricadute sul personale.” Si tratta di una proposta di accordo che avalla la chiusura degli uffici facendo ricadere sui lavoratori le scelte scellerate che questa amministrazione sta compiendo in nome della spending review.

 

Su questo punto siamo stati riconvocati per lunedì 22 luglio. In quella sede torneremo a chiedere anche che si proceda al terzo scorrimento della mobilità volontaria nazionale e si faccia un nuovo accordo per il 2013.

 

Scarica in allegato gli accordi sottoscritti e le note a verbale di USB

* Questo sito usa i cookies per effettuare statistiche sulla navigazione. Navigando sul sito accetti l'utilizzo dei cookies Ulteriori Informazioni