Entrate - L'Agenzia forza la mano, nota unitaria delle OO SS

Roma -

Ciò che è accaduto oggi all'Agenzia delle Entrate è solo l'antipasto di ciò che potrebbe accadere se saltasse definitivamente il modello di relazioni sindacali, pure imperfetto, che abbiamo conosciuto fino a oggi.

Ipotesi tutt'altro che remota, alla luce della riforma Brunetta varata con il d.lgs. n. 150/2009 che l'amministrazione intende applicare anche in regime di blocco dei contratti collettivi.

Risultato: l'Agenzia inventa condizioni di incompatibilità per legittimare la mobilità coatta; mette nelle mani del verificato il destino del verificatore; annuncia ulteriori ritardi sul pagamento dell'acconto della produttività collettiva; fa melina sulle progressioni; ecc.

Allora il segno e la misura sono stati passati.

Giudichiamo positivamente l'avvio di una fase di rapida riflessione su ciò che sta accadendo e sulle possibili risposte che le segreterie nazionali dovranno dare.

L'importante è costruire, da subito, iniziative realmente capaci di incidere su una realtà che è assai più grave di quanto la si possa immaginare.

Lo si potrà fare solo partendo dai lavoratori che dovremo chiamare alla mobiliazione per difendere i propri diritti, il salario e ora più che mai la dignità del loro lavoro.

* Questo sito usa i cookies per effettuare statistiche sulla navigazione. Navigando sul sito accetti l'utilizzo dei cookies Ulteriori Informazioni