Entrate - Progressioni economiche: lo avevamo detto che si poteva fare!

Roma -

Al termine di una lunga riunione durante la quale si è discusso per la maggior parte del tempo della procedura di mobilità volontaria nazionale (con un rinvio ad altra data), l’amministrazione ha aperto la discussione sul secondo punto all’ordine del giorno: le progressioni economiche.

 

Ha comunicato alle organizzazioni sindacali che sono disponibili circa 30 milioni di euro per finanziare nuove progressioni economiche. Tali risorse sarebbero sufficienti per completare il percorso iniziato nel 2010 e per riconoscere a tutto il personale dell’Agenzia delle Entrate e dell’ex Agenzia del Territorio che ne era rimasto escluso, il diritto alla progressione economica.

 

Sapevamo di aver fatto bene i conti quando abbiamo sempre sostenuto che le progressioni economiche dipendono dalla volontà di farle.

 

Ora sul tavolo ci sono due cose: i soldi e alcuni aspetti tecnici che aspettano di trovare sistemazione.

 

L’Agenzia è arrivata alla nostra stessa conclusione: cinque anni di blocco contrattuale e salariale sono diventati un problema che oggi pretende una risposta e che non ha più alibi.

 

Il tavolo è stato riconvocato alle 15 di martedì prossimo 17 febbraio.

 

Torneremo con nostri comunicati sia sulla questione della mobilità, rimasta sospesa e quindi aperta, sia ovviamente sul punto delle progressioni economiche.

 

Oggi si può fare!

 

* Questo sito usa i cookies per effettuare statistiche sulla navigazione. Navigando sul sito accetti l'utilizzo dei cookies Ulteriori Informazioni