Entrate - RdB invia protesta formale al ministro della Funzione Pubblica e al direttore dell'Agenzia

Roma -

La scrivente organizzazione sindacale esprime formale e vibrata protesta per la modalità con cui l'Agenzia delle Entrate ha deciso di alterare il quadro delle relazioni sindacali. Il previsto incontro sulla definizione di un accordo nazionale relativo al processo di riorganizzazione in atto nella più grande delle Agenzie Fiscali si è svolto clandestinamente ieri pomeriggio, in assenza della scrivente e di altre organizzazioni sindacali e non poteva che avere un esito improduttivo attesa l'anomala composizione delle delegazioni trattanti. Nel frattempo il perdurare di un processo di riorganizzazione di vastissima portata, condotto senza regole e in spregio alla trasparenza e alla correttezza delle relazioni sindacali, mina gravemente i diritti dei lavoratori coinvolti oltre a squalificare i vertici dell'Agenzia delle Entrate.

 

La circostanza che l'esclusione della nostra organizzazione sindacale arrivi proprio nel momento in cui essa è impegnata a chiedere garanzie per i lavoratori rispetto ai tanti rischi che la riorganizzazione pone in essere, genera non pochi sospetti. Prenderemo adeguate e proporzionate contromisure a quest'atto di arroganza. Nel frattempo chiediamo che l'Agenzia delle Entrate emani un formale atto di ripristino delle corrette relazioni sindacali

 

Scarica il testo della lettera inviata al ministro Brunetta e al direttore dell'Agenzia Entrate in fondo a questa pagina.

* Questo sito usa i cookies per effettuare statistiche sulla navigazione. Navigando sul sito accetti l'utilizzo dei cookies Ulteriori Informazioni