Entrate - Sull'attivazione della DP di Taranto nota unitaria delle OOSS di comparto

Roma -

Nel corso della riunione tenutasi nella giornata del 7 maggio le Segreterie
regionali e territoriali hanno infatti posto come pregiudiziale all'apertura del confronto la problematica relativa alla soppressione di uno dei due Uffici territoriali originariamente previsti.

 

Leggi tutto e scarica il documento in fondo alla pagina.


Roma, 11 maggio 2009

Al Direttore dell'Agenzia delle Entrate, Attilio Befera
e per conoscenza

al Direttore regionale della Puglia dell'Agenzia delle Entrate, Silvia Guarino


Oggetto: attivazione della Direzione Provinciale di Taranto


Le scriventi Segreterie nazionali sono state interessate dalle rispettive segreterie territoriali in merito all'esito del confronto attivato presso la DRE Puglia in vista dell'attivazione della Direzione provinciale di Taranto prevista per il 18 maggio 2009.

Nel corso della riunione tenutasi nella giornata del 7 maggio le Segreterie regionali e territoriali hanno infatti posto come pregiudiziale all'apertura del confronto la problematica relativa alla soppressione di uno dei due Uffici territoriali originariamente previsti.

Infatti a parere delle strutture locali la soppressione di un ufficio territoriale comporterebbe per la collettività, non solo di Taranto città, ma della intera provincia jonica, un disagio di considerevole portata, con la riduzione del numero di sportelli dedicati ai servizi al pubblico e l'accorpamento, come previsto nella proposta dell'Amministrazione a livello regionale, di tutte le attività volte al rapporto con i cittadini nella sede di via Plateja, mentre l'altra sede di Viale Campania, notoriamente caratterizzata da criticità logistiche, resterebbe dedicata solamente ad alcune attività di back office, con un numero di addetti ridotto.

E' di tutta evidenza, quindi, come l'attivazione della DP di Taranto presenti criticità diverse da quelle relative alle realtà con un unico Ufficio provinciale, o di ridotte dimensioni, per cui riteniamo necessario richiedere un differimento della data di attivazione, allo scopo di permettere un approfondimento della questione, sia con riferimento al mantenimento del secondo Ufficio territoriale che all'individuazione di una nuova sede, al fine di garantire comunque l'attuale fruibilità dei servizi all'utenza.


Si resta in attesa di un urgente riscontro.

 FP CGIL     CISL    FP UIL PA   CONFSAL/SALFi   RDB/CUB/PI      FLP
Boldorini    Silveri     Cefalo             Callipo            Vendetti     Patricelli

* Questo sito usa i cookies per effettuare statistiche sulla navigazione. Navigando sul sito accetti l'utilizzo dei cookies Ulteriori Informazioni