Entrate. Uffici Centrali via Carucci

Mozione approvata dall’assemblea dei lavoratori degli uffici centrali dell’Agenzia delle Entrate – sede di via Carucci - il 22-12-05

Roma -

I lavoratori degli uffici centrali dell’Agenzia delle Entrate della sede di via Carucci riuniti in assemblea oggi 22-12-05, a fronte del gravissimo ritardo nella stipula del secondo biennio economico del CCNL (2004-2005) Agenzie Fiscali, decidono di aderire alla mobilitazione nazionale dei lavoratori delle agenzie fiscali, impegnandosi a coordinare le iniziative sindacali anche con gli altri uffici delle agenzie, cittadini e nazionali.

L’assemblea esprime la propria solidarietà ai colleghi di tutti gli Uffici che in questi giorni stanno mettendo in atto varie iniziative di lotta a seguito della mancata sottoscrizione del CCNL.

L’assemblea, in aggiunta agli obiettivi già decisi a livello nazionale (quali l’aumento economico dei buoni pasto, il calcolo di tutta l’indennità di agenzia stabilizzata nella liquidazione, e la cancellazione di ogni trattenuta salariale per i giorni di malattia inferiori a 15 giorni) giudicando gravemente insufficiente dal punto di vista salariale l’accordo sindacale del 27 maggio, si esprime per rivendicare da subito, come irrinunciabili, veri e sostanziosi aumenti economici legati all’inflazione reale.

A tal proposito l’assemblea esprime la necessità dei lavoratori che in generale ogni piattaforma delle richieste da avanzare (in occasione dei rinnovi contrattuali o altro) venga votata dalle assemblee dei lavoratori prima che venga aperta la trattativa.

A sostegno di queste legittime rivendicazioni, l’assemblea delibera l’inizio dello stato di agitazione del personale, le cui prime iniziative consisteranno, per ora, nella:

convocazione di assemblee giornaliere della durata di 30 minuti;

affissione in ogni postazione di lavoro di tutto l’Ufficio di questo comunicato, per esprimere sinteticamente le ragioni dello stato di agitazione del personale;

applicazione rigida della normativa su igiene e sicurezza con particolare riferimento alla pausa di 15 minuti ogni due ore di utilizzo del videoterminale;

rifiuto a collaborare a qualsiasi attività non istituzionale dell’Agenzia.

L’assemblea decide inoltre:

di aderire alla richiesta pervenuta dall’assemblea tenuta ieri dai lavoratori della sede centrale dell’Agenzia delle Dogane, di partecipare insieme ad una iniziativa di mobilitazione consistente in una assemblea- volantinaggio da tenersi dalle 08 alle 10 della mattinata di venerdì 23, lungo tutta via Carucci;

di riprendere le agitazioni dopo il periodo delle festività, con una assemblea generale di tutti gli uffici di tutte le agenzie fiscali di Roma, da tenersi nella sede di viale Europa, nel mese di gennaio, sul modello dell’assemblea già fatta – con tanto successo - in occasione del primo contratto agenzie fiscali; a tal fine si inoltrerà richiesta in tal senso a tutte le OO.SS. di categoria, e , per conoscenza, a tutti gli uffici interessati;

L’assemblea istituisce sin da subito un gruppo di lavoro che avrà il compito di affiancare la RSU nell’adempimento dei compiti necessari per mettere in campo tutte le iniziative richieste dall’ svolgimento della vertenza; tale gruppo di lavoro sarà composto da tutti quei lavoratori delle due sedi che si renderanno disponibili in tal senso.

Infine l’assemblea impegna la propria RSU (degli  uffici centrali dell’Agenzia), ogni suo singolo delegato RSU, e i colleghi che rivestono cariche di rappresentanza locali di qualunque organizzazione sindacale, ad attivarsi su questi obiettivi.

Roma, 22 dicembre 2005

approvato all’unanimità. L’assemblea dei lavoratori

* Questo sito usa i cookies per effettuare statistiche sulla navigazione. Navigando sul sito accetti l'utilizzo dei cookies Ulteriori Informazioni