Lazio - Dogane, a Roma 2 non porgiamo l'altra guancia

Roma -

Nel corso delle contrattazioni locali relative al Budget di sede 2009 puntualmente escono fuori le diverse “sensibilità” che le sigle sindacali mettono in atto in base ai differenti uffici. Probabilmente è un modo di fare sindacato che porta consenso, o magari si tratta di mantenere il consenso. Il tutto passa, forse, anche attraverso una strategia concordata prima dei diversi incontri.

Tutto questo per fortuna ci è estraneo; e poiché non siamo dell’idea di porgere l’altra guancia, vogliamo toglierci anche noi un sassolino rammentando alcune cose:

Nel 2008 fu presentata una spesa, poi rivelatasi eccessiva, dai colleghi degli Uffici dell’Umbria; noi firmammo la prima ipotesi confidando che i dirigenti avessero fatto il proprio lavoro; altre sigle dubitarono, a ragione, dei conteggi presentati, così si arrivò ad una rettifica degli importi dove risultarono vantaggiati i colleghi di Roma 2 che ottennero in più circa € 11.500. E questa è una verità!

Sempre nel 2008, le stesse sigle, o meglio una da subito, mentre le altre si agganciarono dopo un certo periodo di “presa in giro” ai Lavoratori, lasciarono solo noi ed un’altra sigla a pretendere il riconoscimento di punti 4 relativamente all’istituto della sede disagiata. Diciamo pretendere con enfasi e cattiveria perché a livello nazionale tutte le dogane aeroportuali hanno visto riconosciuto un simile punteggio, solo Fiumicino, Ciampino e Malpensa hanno avuto 3 punti. Che significa?! Significa in soldi che un punto equivale ad un taglio, e questo si ripeterà per ogni anno a venire, pari a circa € 90.000 (30 centesimi x 7 ore x 20 giorni x 11 mesi x 220 unità). Probabilmente avrà dato fastidio che i colleghi di lavoro si siano trovati uniti senza aver bisogno di assistenze. 

E questa è una verità ben più vera! 

Nel 2009, il Budget di sede presenta importi più alti rispetto agli anni precedenti perché intanto sono slittati all’anno successivo i passaggi di fascia economica quindi sono stati recuperati i relativi fondi; inoltre, le assegnazioni sono state fatte sullo “storico” dei diversi uffici aumentato del 10%, e questa percentuale doveva significare una reintroduzione delle aliquote RSP sotto mentite spoglie. Questo per significare che l’attenzione messa nei conti 2008 non è che si riporta negli anni a venire. Non è che la grande attenzione nel Budget 2008 si può vendere nei secoli; piuttosto provate adesso a vendere la storia della disagiata!

DIFENDI IL TUO LAVORO.  DECIDI IL TUO FUTURO.  

 

* Questo sito usa i cookies per effettuare statistiche sulla navigazione. Navigando sul sito accetti l'utilizzo dei cookies Ulteriori Informazioni