Lazio - Entrate, costituzione Commissioni Censura e con metodo errato

Roma -

A seguito dell’incontro che la nostra organizzazione sindacale ha avuto informalmente con il Direttore, è stata inviata una informazione con l’elenco dei colleghi individuati dall’Amministrazione per l’inserimento nelle liste di partecipazione alle Commissioni Censuarie(*).

 

Quello che abbiamo contestato è stato il metodo usato per designare i componenti. Abbiamo fatto presente che la prassi corretta è quella dell’ interpello e non la scelta unilaterale da parte dell’Amministrazione. Questo soprattutto nei riguardi di tanti colleghi che si considerano giustamente, discriminati in quanto professionalmente all’altezza di tale compito.

 

Riteniamo pertanto che sarebbe stato corretto effettuare un interpello tra tutto il personale per permettere a tutti di essere valutati per le proprie capacità e competenze. Sicuramente questo modo di procedere difatti non contribuisce a creare nell’ufficio il benessere organizzativo che dovrebbe essere per l’Amministrazione uno degli obiettivi prioritari.

 

Ad ogni modo prendiamo atto che quanto da noi esposto nella riunione è stato, purtroppo tardivamente ed in parte, recepito e condiviso dal Direttore e che sarà suo impegno futuro effettuare in modo trasparente procedure analoghe.

 

(*) L’elenco dei componenti delle Commissioni Censuarie è stato chiesto dalla Direzione Regionale con nota n° 43155 del 17/06/2015 al fine di costituire la Commissione Censuaria di Roma ai sensi degli art.3 e 4 del D. lgs. N°198/2014 che avrà il compito di attuare la revisione del catasto dei fabbricati.

 

* Questo sito usa i cookies per effettuare statistiche sulla navigazione. Navigando sul sito accetti l'utilizzo dei cookies Ulteriori Informazioni