Lazio - Entrate, FPS 2008 Uffici centrali: ultimo atto

Roma -

Sembrava si fosse definita la questione riguardante il Fondo del 2008 per i lavoratori degli Uffici Centrali.

 

 

Non comprendevamo i toni trionfalistici di alcuni sindacati firmatari dell’integrazione all’accordo FPSRUP 2008 che ancor prima della firma dell’accordo locale inneggiavano alla vittoria.

 

 

Certo siamo d’accordo che i lavoratori degli Uffici centrali debbano percepire quanto dovuto, ma a che prezzo?

 

 

Al prezzo di una Amministrazione che arrogantemente, non riuscendo ad imporre un suo diktat alle RSU locali, lo impone in un tavolo Nazionale, che in maniera quantomeno schizofrenica contraddice quanto affermato nell’Accordo Nazionale della Ripartizione del Fondo del 2008 (ricordiamo che gli stessi firmatari, allora cancellarono la possibilità di remunerare con indennità il servizio Audit interno);

 

lo fa prelevando, con l’assenso degli stessi sindacati che ora inneggiano alla vittoria, somme destinate a tutti i lavoratori per il Fondo del 2009, già pesantemente martoriato dalle recenti normative;

lo fa prevaricando il tavolo locale, e così anche la RSU locale, espropriandolo della sua prerogativa, quella cioè di individuare i destinatari delle indennità, in assoluto spregio di tutti i lavoratori degli Uffici Centrali e dei loro rappresentanti;

 

lo fa inserendo nell’accordo un altro diktat: la trattativa a livello locale dovrà chiudersi entro sette giorni (n.b. una sola convocazione!) altrimenti i fondi verranno distribuiti secondo i criteri adottati nella distribuzione del Fondo 2007;

 

lo fa presentandosi al tavolo locale ritrattando tutto ciò che era stato ottenuto faticosamente nei mesi precedenti di trattativa;

 

lo fa infine introducendo un pericoloso precedente, quello cioè che in caso di disaccordo negli Uffici Locali, essa interviene per integrare i fondi già destinati alle trattative.

 

 

Ovviamente un prezzo troppo alto che la RSU degli Uffici Centrali e alcune sigle sindacali non se la sono sentita proprio di pagare.

 

 

Certi che questa profonda sensibilità dimostrata dall’Amministrazione e da alcuni sindacati con magnanimi interventi, sarà rivolta anche a tutti gli altri lavoratori dell’Agenzia e non soltanto ai dipendenti degli Uffici Centrali Direzione Centrale Audit e Sicurezza, attendiamo fiduciosi...

 

 

O no?

* Questo sito usa i cookies per effettuare statistiche sulla navigazione. Navigando sul sito accetti l'utilizzo dei cookies Ulteriori Informazioni