Lazio - Entrate, NO alla quadriglia dei trasferimenti

Roma -

Strane figure si sono aggirate e si stanno ancora aggirando in questi giorni nell’ufficio provinciale di Viale A. Ciamarra. Furtive, parlano e non dicono. Sembra che vengano dalla Direzione Regionale e che siano venute a tastare (nel senso di assaggiare, provare come si fa con un cocomero) il terreno per  vedere se i lavoratori della DR possano andare a lavorare in quell’Ufficio.

 

Il Direttore Regionale e il suo entourage smentiscono in maniera ufficiale che ci siano “… termini ben definiti  del progetto di ricollocazione delle strutture da trasferire  attualmente in fase di analisi con i vertici dell’Agenzia.”

 

Il Direttore dell’Ufficio Provinciale di  Roma  ha assicurato i lavoratori e le OOSS che nessuno sarà spostato  dall’Ufficio.

 

PINOCCHI!!!  Sappiamo con certezza che si sta approntando il trasferimento di tutto il piano terra e del primo piano della Direzione Regionale, in pratica tutta l’Area Gestione Risorse, nell’ufficio di Viale A. Ciamarra. Quando? Tra Novembre e Dicembre. In pratica domani. E loro dicono di non sapere nulla!!!

 

Tutto questo per dar modo di iniziare i lavori di ristrutturazione della palazzina della Direzione Regionale che dovrà ospitare gli archivi di Conservatoria, Catasto e della sala visura.

 

A proposito!... ma siamo sicuri che sia tutto a posto con i requisiti della legge 81/2008? Il famoso archivio compattato, ad esempio,  sarà realizzato in locali dove passano le tubature delle acque nere e chiare? E siamo sicuri, visto che ci vorrà una gara europea, che tutti i tempi che HANNO previsto saranno rispettati?  E cosa non di secondaria importanza, quanti e quali saranno i costi di questa mega operazione? Quanti milioni si spenderanno?

 

E’ lapalissiano che ormai per la nostra Amministrazione le relazioni sindacali sono soltanto un “impiccio”. Che stanti  le continue dichiarazioni del nostro presidente del consiglio, le organizzazioni sindacali sono la palla al piede delle riforme. Ma se questo significa che possano fare come meglio gli pare, per noi non è possibile!!! Lo impediremo con tutti i mezzi a nostra disposizione!!!.

 

Chiediamo un immediato incontro con la Direzione Regionale per ottenere che ci venga fornito un quadro esatto e puntuale della situazione, per un trasferimento che per noi è solo frutto di menti che forse non hanno presente o che non hanno ben chiare le condizioni dell’ufficio di Viale Ciamarra (vedi allegato) di cui qualcuno ha provveduto a rinnovare il contratto fino al 2022.

 

Per ciò che ci riguarda nessun trasferimento potrà avvenire senza che prima siano resi chiari e limpidi i termini dello stesso. Ai lavoratori tutto questo non conviene.

 

P.S.  Cosa ci diranno poi dei lavori di ristrutturazione che devono partire a Largo Leopardi dove sarà, sembra, trasferita la DP1? Anche questo è solo frutto della nostra fantasia?

 

In fondo alla pagina trovi volantino per la bacheca e relazione sul degrado in Via Ciamarra.

* Questo sito usa i cookies per effettuare statistiche sulla navigazione. Navigando sul sito accetti l'utilizzo dei cookies Ulteriori Informazioni