Lazio - Entrate, Orario di lavoro: ecco i risultati del questionario

Roma -

Dopo lo splendido sciopero dei lavoratori delle DP di Roma del 22 gennaio contro i tre ordini di servizio che hanno manomesso l'orario di lavoro del personale, l'USB aveva avviato un questionario per monitorare le condizioni di lavoro ed il clima a seguito, appunto, dell'introduzione del nuovo orario di lavoro.

 

A distanza di circa tre mesi dall'entrata in vigore, i risultati del questionario, che vi alleghiamo, confermano i contenuti della mobilitazione che condusse allo sciopero.

 

Il primo dato generale che scaturisce è senza dubbio rappresentato dal peggioramento delle condizioni di lavoro sia del  personale dell'area servizi che di quello dell'area controllo; come abbiamo sempre sostenuto, la litania dell'amministrazione sul miglioramento dei servizi è stata in realtà il cavallo di Troia per aggredire le condizioni di lavoro di tutto il personale.

 

Ma i risultati del questionario evidenziano, a nostro avviso, anche altri due elementi importanti:

  • l'attività lavorativa si svolge in un ambiente decisamente non conforme alle norme in materia di sicurezza e tutela;
  • il livello di stress correlato all'attività di lavoro è elevatissimo: crediamo che questo sia determinato sia dal nuovo orario di lavoro che dall'aumento delle responsabilità in capo ai lavoratori senza che a questo corrisponda alcun percorso di valorizzazione  del personale.

 

A fronte di tutto questo, non sono migliorati i servizi forniti alla cittadinanza (ma non era questo l'obbiettivo dell' allungamento dell'orario di apertura degli sportelli???) e la stragrande maggioranza del personale interpellato evidenzia la carenza di personale quale problema strutturale.

 

Un fallimento su tutta la linea, dunque, delle scelte gestionali compiute dall'amministrazione e avallate dalle altre OO.SS sia direttamente (attraverso la firma degli accordi nazionali sull'orario di lavoro e a livello locale in DP 1) che indirettamente (attraverso l'astensione da qualsiasi iniziativa sindacale dopo l'emanazione dei tre ordini di servizio).

 

Peggioramento delle condizioni di lavoro, ambienti di lavoro non conformi alla normativa, aumento delle responsabilità professionali e dello stress da lavoro correlato sono, quindi, gli elementi emersi con forza dal questionario e rispetto ai quali è necessario negli uffici continuare a tenere alta l'attenzione: l'USB sarà come al solito al fianco dei lavoratori convinta come sempre che la mobilitazione è l'unica strada percorribile per invertire la rotta.

 

Visualizza i grafici delle risposte in fondo alla pagina

 

* Questo sito usa i cookies per effettuare statistiche sulla navigazione. Navigando sul sito accetti l'utilizzo dei cookies Ulteriori Informazioni