Lazio - Indagini telefoniche a Viterbo: quando si sfiora il reato di ridicolo in atto pubblico.

Viterbo -

L'ufficio delle Entrate di Viterbo avvia un'indagine telefonica per verificare il grado di cortesia e preparazione dei suoi dipendenti, servendosi del giudizio insindacabile dei cittadini. Ai quali forse non parrà vero di potersi sfogare al telefono contro gli impiegati statali dei quali in questi mesi hanno potuto apprezzare le doti e la qualità grazie alla campagna nazionale di propaganda intitolata "Gli impiegati statali, questi fannulloni".

 

Così, dopo gli attacchi televisivi e a mezzo stampa arriveranno sui Lavoratori di Viterbo le bordate via cavo. O forse, come ci auguriamo, ciò non accadrà. In ogni caso, proprio nei giorni in cui agli stessi Lavoratori sono stati sfilati di tasca circa 800 euro a testa del salario di produttività già maturato; e proprio mentre nulla si sa del futuro del salario accessorio all'amministrazione non viene in mente idea migliore di un questionario sulla customer satisfaction.

 

A quando analoga iniziativa per saggiare le capacità dei nostri lungimiranti, fantasiosi, tempestivi direttori?

 

In allegato trovate la nota con cui la direzione dell'ufficio locale di Viterbo ha varato l'iniziativa e la lettera di RdB con cui se ne chiedono conto e ragione. Buona lettura!

* Questo sito usa i cookies per effettuare statistiche sulla navigazione. Navigando sul sito accetti l'utilizzo dei cookies Ulteriori Informazioni