Liguria. Territorio. Aspettando Godot! (La Spezia e... dintorni)

Genova -

Come nella piece teatrale, i lavoratori dell’Agenzia del Territorio di La Spezia aspettano. Ieri mattina alla Direzione Regionale del Territorio della Liguria, abbiamo assistito ad uno sconfortante spettacolo.

 

Lo specchio su cui si sono arrampicati i due direttori presenti ha riflesso lo sconsolato destino di questa Agenzia, incapace di garantire ai suoi dipendenti la benché minima dignità.

 

Si è parlato di soldi, di pochi soldi che andrebbero al personale. Ci è stato detto che era un’operazione antieconomica, ci è stato detto che sarebbe stato umiliante per i lavoratori vedersi arrivare in banca un riconoscimento equivalente al costo di una serata al cinema.

 

Non solo, si è pure citata una nota della Direzione Centrale delle Risorse Umane che suggeriva ai Direttori di congelare per un altro anno i soldi di noi lavoratori per farli confluire nel fondo destinato al finanziamento di cui all’art.85 CCNL (budget d’ufficio).

 

Così, nel 2006, ci dicono che i soldi relativi a lavori svolti nel 2003, magari potremmo vederli nel 2007!!!

 

Forse è più umiliante per i lavoratori sopportare situazioni del tipo:

 

·         3 anni di ritardo per questi pagamenti dei nuovi business

·         2 rinnovi contrattuali consecutivi effettuati a bienni ormai scaduti

·         Impossibilità di aprire un tavolo sui contratti integrativi

·         Essere soggetto alla tassa sulla malattia

·         Subire procedure quali la riqualificazione

 

C’è da chiedersi se veramente la realtà superi la fantasia.

* Questo sito usa i cookies per effettuare statistiche sulla navigazione. Navigando sul sito accetti l'utilizzo dei cookies Ulteriori Informazioni