Lombardia - Dogana Milano 2, la beffa.

Ovvero, se non è zuppa è pan bagnato

Milano -

Dopo che CGIL CISL UIL SALFI (con l’accordo da ultimo dell’FLP), in Lombardia, hanno esperito il tavolo della Prefettura, ora tornano a proporre ai lavoratori quello che il Direttore Regionale aveva già sostenuto al Tavolo sindacale esattamente il 17 marzo 2009!! Allora perché perdere tutto questo tempo?

 

Allora perché fare un documento “congiunto” (Direzione e OO.SS.) che vincola tassativamente al servizio?

 

Allora perché favorire, con le firme “integranti” delle OO.SS., la soccombenza di andare oltre un orario di servizio fissato per decreto dalle 08.00 alle 18.00 (da noi sempre sostenuto)?

 

...e fin dal primo giorno utile a discutere!! Praticamente la soluzione gliela aveva gia posta sul piatto il Direttore: RSP e REPERIBILITÀ AL POSTO DEI TURNI…e che cambia se le ore di oltre-servizio rimangono tali? Il lasciapassare da parte delle OO.SS. è servito!

 

C’è puzza di bruciato, vuoi vedere che spacceranno per successo ciò che si trasformerà nell’ennesima sconfitta (per condizioni lavorative ed economiche) per i lavoratori di MILANO 2?

 

Non si riesce neppure a portare a casa il ritiro della oramai nota ed illegittima disposizione n°9/2009.

 

Se si vuole impugnare la disposizione o se si vuole trasferire la discussione a ROMA, basta NON FARE ALCUNCHĖ!!!

 

Perché tutta questa fretta nel tirare la volata alla Direzione, che facciamo ripetiamo “l’esperimento provvisorio” di MILANO 1 e 2????????

 

Di questo, ed altro, parleremo nella Assemblea dei Lavoratori che solo questa sigla  convocherà e richiederà per i fatti in questione, che avrà luogo nei prossimi ed immediati giorni a MILANO2 e di cui si fornirà a breve comunicazione.

* Questo sito usa i cookies per effettuare statistiche sulla navigazione. Navigando sul sito accetti l'utilizzo dei cookies Ulteriori Informazioni