LTD. Io ci sarò. Se non ora quando

Roma -

Negli ultimi giorni sono state parecchie le notizie, comunque tutte da verificare, di una eventuale “sistemazione” del problema LTD.

            Si è parlato di selezione pubblica che, oltre che essere una definizione a dir poco inquietante visto che non ne capiamo il significato letterale, non ci tranquillizza affatto.

            In realtà il  “boicottaggio” al nostro sciopero del 6 ottobre, ci sembra piuttosto palese  visto che le notizie più rassicuranti arrivano sempre e comunque in prossimità di iniziative che coinvolgono TUTTI  i  lavoratori precari .

            Il  tentativo di dividere un settore di lavoratori ormai troppo copioso, anche per chi continua a tentare di gestire questo fronte,  appare meschino e la nostra risposta deve farsi sentire più forte che mai.

            Non dobbiamo più accontentarci di mere e vuote parole gettate al vento, pretendiamo che i contenuti di queste si concrettizino  in fatti  precisi, in date precise, in pezzi di carta che siano i nostri contratti a tempo indeterminato.

            La nostra divisione  è la nostra debolezza, è il tallone d’Achille contro il quale troppe frecce  sono puntate per coglierci in fallo. Il futuro di ogni singolo è il futuro di tutti, il fallimento soltanto di uno di noi è il fallimento di tutti.

            Non ci fidiamo di chi vorrebbe convicerci che la nostra è una battaglia già risolta .

            La nostra risposta è questa: e invece noi ci saremo  tutti  ed incazzati come non mai.

            Ci vediamo il 6 ottobre a Piazza della Repubblica.


CHE NE PENSATE?

Scriveteci : In posta elettronica oppure Attraverso la rete intranet


Per ricevere in posta elettronica documenti e comunicazioni :iscriviti alla Mailing List


* Questo sito usa i cookies per effettuare statistiche sulla navigazione. Navigando sul sito accetti l'utilizzo dei cookies Ulteriori Informazioni