Puglia - Dogane e Monopoli, incontro con il nuovo direttore interregionale per la Puglia, il Molise e la Basilicata

Bari -

Il 6 maggio c.a. il nuovo Direttore Interregionale per la Puglia, il Molise e la Basilicata Dott. Marco Cutaia ha incontrato le OO.SS. regionali e, in una successiva riunione, le OO.SS. provinciali e RSU per un saluto e presentazione.

Si è insediato solo da pochi giorni ed è già informato della carenza di organico presso alcuni uffici, situazione che sembra sia abituato ad affrontare provenendo da uffici con carenza di personale e tanto lavoro. Ha assicurato che si sforzerà di assecondare le esigenze del personale, conciliandole con quelle dell’ufficio. Si è da subito detto disponibile ad affrontare le problematiche dei lavoratori, nel rispetto di  quanto stabilito dall’ultimo contratto, ma non mancherà di avviare un dialogo anche con i “non firmatari”, ritenendo tale scelta ragionevole sia nell’interesse dell’Amministrazione che dei lavoratori.

La nostra O.S. ha chiesto trasparenza nella gestione del personale, la massima pubblicità delle disposizioni di servizio, il coinvolgimento di tutti i lavoratori per l’attribuzione di responsabilità, partecipazione a gruppi di lavoro e la rotazione del personale, tenendo conto soprattutto delle istanze dei lavoratori.

Abbiamo, quindi, rappresentato le forti carenze di organico presso gli uffici di Taranto, di Bari, di Potenza, ma anche di Brindisi, della stessa DID e dei Monopoli.

Per quanto riguarda l’Ufficio delle dogane di Brindisi, abbiamo sollecitato una risoluzione della problematica relativa alla sicurezza dell’immobile di Viale Regina Margherita, che al momento sembra in una situazione di stallo.

Nel corso della riunione con i rappresentanti sindacali provinciali e RSU abbiamo evidenziato come la riorganizzazione della DID abbia comportato un aumento dei carichi di lavoro, soprattutto per gli ex uffici Acquisti e Amministrazione, per l’assegnazione di alcune attività dei Monopoli. Se poi si considera che a breve andranno in pensione alcune colonne portanti della DID, è abbagliante che il personale non sia più sufficiente. E’ evidente che la coperta è diventata troppo corta e gli ultimi spostamenti del precedente Direttore per tamponare alcuni settori, hanno di fatto creato un vuoto in altri, lasciando scoperta, in particolare, una funzione all’Ufficio di Staff.

La riorganizzazione sembra non abbia fatto bene neanche ai Monopoli, che allo stato attuale continuano a non avere una chiara identità, visto che questa fusione non si è affatto completata.

Abbiamo, quindi, apprezzato la disponibilità del Direttore ad affrontare da subito le problematiche più urgenti, tanto che ha già stabilito per il 16 maggio un ulteriore incontro, sia con i regionali che con i provinciali e RSU.

Purtroppo, prevediamo sin da ora che le OO.SS. firmatarie “cincischieranno” sulla convocazione della USB, come hanno già fatto in precedenti riunioni in modo del tutto pretestuoso, anche quando si trattava di questioni relative a “code contrattuali” o addirittura di semplice informativa sindacale.

Ovviamente, continueremo a farci portavoce delle istanze e delle problematiche di tutti i lavoratori, sfidando chi cerca di escluderci per meglio far valere gli interessi di questa o quella fazione.     L’incontro e i propositi del nuovo Direttore Interregionale…. fanno ben sperare che per la Puglia, il Molise e la Basilicata si intravvedano spiragli di democrazia.

* Questo sito usa i cookies per effettuare statistiche sulla navigazione. Navigando sul sito accetti l'utilizzo dei cookies Ulteriori Informazioni