Puglia - Entrate, in Direzione Regionale si discute di carichi di lavoro ed obiettivi nel budget 2021

Bari -

Si è svolto nella giornata di ieri l’incontro chiesto da più OO.SS. sul budget 2021. La richiesta delle OO.SS. parte essenzialmente dall’indisponibilità dei dati per l’anno  2019 a cui il budget 2021 si attiene nella formulazione e nella sua rimodulazione come da linee guida centrali.

I numeri del Budget 2021 preoccupano principalmente per la drastica riduzione del personale a seguito dei numerosi casi di pensionamenti che di fatto stanno letteralmente sguarnendo gli Uffici sotto il profilo numerico ma anche  per le professionalità difficilmente sostituibili. Se i numeri da produrre per il 2021 sono sostanzialmente simili a quelli del 2019, le condizioni sono totalmente diverse. In Puglia il personale attivo nel 2019 era attorno alle 2.000 unità mentre nel 2020 ci sono stati circa 167 pensionamenti e ce ne saranno circa 120-140 nel 2021.

Come USB abbiamo sottolineato questo aspetto, evidenziando altresì anche altre differenze rispetto al 2019. Il fenomeno pandemico e conseguentemente il nuovo modello di accoglienza di cui l’Agenzia si è dotata a stretto giro, di per se rappresenta un attività vera e propria  che  impegna numerose unità in una continua assistenza telefonica, telematica e di invio in modalità agile   delle varie richieste  dei contribuenti al fine di ridurre l’accesso agli stessi Uffici  promuovendo e sensibilizzando l’utenza all’uso dei servizi telematici che l’Agenzia mette a disposizione. Risorse e tempo che vengono sottratti per assicurare al momento tali servizi; come anche sono numerose le attività non a budget che impegnano risorse umane nei Team Dichiarazioni e  Registro: Rilascio certificati reddituali, certificati carichi pendenti e regolarità fiscale, Gratuito Patrocinio Civile  e Penale Richieste copie CU e/o Dichiarazioni fiscali, Controlli per Immatricolazioni  Auto estesi ora anche all’acquisto di privati, Consolidamento del Credito richieste per Contributo a Fondo Perduto; Copie di contratti e Successioni, Regolarizzazioni al Bollo, controllo Repertori Atti Pubblici Telematici e manuali, Telefonia mobile; attività di Segreteria approvigionamento, cassa decentrata etc. Stesso ragionamento vale per tutte quelle attività correlate a quelle principali e svolte nell’ambito dell’UPT, del controllo o del contenzioso non inserite a budget ma che richiedono tempo e professionalità.

Altra differenza rispetto al passato è rappresentata dalla modalità agile del lavoro che per alcuni aspetti ha burocratizzato ancora di più le lavorazioni oltre che rendere il lavoro ancora più difficoltoso poichè si soffre l’assenza di confronto professionale e di strumenti lavorativi.

Le dirette conseguenze di questo contesto, sono aumenti di monitoraggio,  assegnazione di lavorazioni senza la dovuta formazione che mal si conciliano con la professionalità e serenità lavorativa; compressione del tempo di lavoro sulle singole pratiche con relativo aumento del rischio professionale e aumento dello stress da lavoro correlato.

Abbiamo chiesto che l’Amministrazione riconsiderasse la distribuzione dei carichi di lavoro per meglio coniugarli con le professionalità necessarie al loro svolgimento (es. istanze di autotutela riguardanti i contributi a Fondo Perduto) e laddove ciò non fosse possibile, rideterminare i propri obiettivi sulla base dell’effettivo personale presente in ufficio.

La Direzione  ha ribadito che da sempre ha guardato di buon occhio le relazioni sindacali volte alla tutela dei lavoratori per una migliore qualità della vita lavorativa, relazioni che devono però mediare con l’organizzazione lavorativa e quindi con i servizi da erogare alla collettività. Il Budget del 2021 frutto di una accurata partecipazione della Dr (responsabile di 2° livello) e dei Direttori provinciali(responsabili di 3°livello) è comunque redatto nella versione V1 provvisorio che può essere quindi rivisitato; gli stessi Direttori Provinciali organizzano le attività ed intervengono sulle criticità sulla base anche delle indicazioni che dovessero emergere da parte sindacale. Sono state altresì ridotte del 25% le attività di controllo; Relativamente al personale che sarà a breve in pensione vi è l’impegno a livello Centrale di 4000 assunzioni in 3 anni.

La Direzione ricorda che sul tema “budget” tuttavia l’Amministrazione non è obbligata a informare, incontrare e concertare con le OO.SS. poiché trattasi di processi afferenti all’organizzazione aziendale. Come USB siamo consapevoli di tale limite, riteniamo fruttuoso l’incontro odierno ma tuttavia siamo altresì coscienti che se pur la materia “organizzazione” è fuori dal perimetro del confronto sindacale è altrettanto vero che la sua declinazione in termini di benessere e stress correlato rientrano a pieno nell’ambito della sicurezza nei luoghi di lavoro, ambito su cui ogni dipendente e ogni organismo di rappresentanza deve vigilare. In tal senso, incalzeremo,in ciascuna DP, i Direttori qualora emergano criticità legate al malessere lavorativo.

A margine, come USB abbiamo altresì evidenziato che impatta negativamente sui cittadini ed anche sui lavoratori la mancata consegna di tessere sanitarie, abilitazione telematiche, ed anche assegni vidimati di rimborsi per coloro che non hanno accredito in c/c; di tale problematica è stata investita la DRE nell’ottobre del 2019 che ha ribadito la necessità di intervento presso la Direzione Centrale Amministrazione, Pianificazione e Logistica al fine di accertare inadempienze della società affidataria del servizio. Si resta in attesa degli sviluppi di tale richiesta.

In merito ai buoni pasto sono in fase di consegna le relative tessere e a breve ci sarà il caricamento degli ordinativi e la conseguente possibilità di utilizzo.

Rispetto alla mobilità straordinaria per le sedi di Brindisi e Taranto sono state assegnate 9 unità a fronte di 27 richieste dall’Amministrazione; la stessa si è impegnata a chiedere l’ulteriore scorrimento.

Le OO. SS chiedono altresì che siano pubblicati sulla Intranet il Budget del 2019 e 2020 ed anche le Risorse Umane.

In chiusura, una appello ai colleghi e colleghe a sostenere le iniziative USB e segnalare criticità lavorative ai nostri delegati presenti in ufficio o al seguente indirizzo e-mail: puglia.agenziefiscali@usb.it

Questo sito usa i cookie

Questo sito utilizza cookie propri e di terze parti per migliorare la tua navigazione, per analisi statistiche sull’utilizzo del sito in forma anonima e per usufruire dei servizi di terzi quali la visualizzazione di video e la condivisione dei contenuti sulle principali piattaforme social. Se vuoi saperne di più clicca sul link “Ulteriori informazioni”. Cliccando su "Abilita Cookie", presti il consenso all'uso dei cookie. I cookie tecnici saranno comunque utilizzati