Puglia - Entrate, Sabile nuovo, problemi soliti

Brindisi -

In data 14 ottobre 2015, si è tenuta lincontro richiesto dalle OO.SS in vista dellimminente trasferimento nel nuovo stabile di via Tor Pisana a Brindisi.

 

Il Direttore Provinciale ha riferito di ritenere che il nuovo stabile sia dotato di tutte le certificazioni necessarie, rinviando largomento alle conoscenze della DR, e ha aggiunto che i colleghi sono stati già informati del numero delle stanza loro assegnata. Per quanto attiene lallocazione del personale (90 per la DPE ed UT e 50 per lUP ex Territorio), lo stesso andrà ad occupare:

al primo piano sarà ubicato il Front Office dell'UT e dell'UPT;

il secondo e quarto piano è interamente occupato dal personale dellUPT;

al Terzo piano ci sarà il personale dellUfficio Territoriale e parte del servizio Legale;

al quinto piano saranno collocati sia i colleghi restanti del servizio legale sia i colleghi dell'UPT,

al sesto piano il Direttore Provinciale, lArea di Staff e parte dellarea Controlli;

al settimo piano la restante parte dell'Area Controllo.

 

Il Direttore ha evidenziato, inoltre, che ci si è “dovuti adattare agli spazi disponibili”!!!

 

Le dichiarazioni di parte Pubblica hanno suscitato non poche critiche da parte di tutta la parte sindacale, sia per lassenza delle dovute informazioni alle OO.SS. sia per la scelta di ignorare le richieste inviate a Luglio e Agosto dalla RSU e dal RLS, oltre che per aver trattato i dipendenti alla stregua di pacchi a cui comunicare solo il numero della stanza in cui sarebbero stati collocati. E stato evidenziato da tutte le sigle sindacali lintollerabile scelta di non condividere le decisioni prese con i rappresentanti sindacali dellUfficio.

 

La delegazione USB riprendendo le parole di Parte Pubblica circa il “doversi adattare agli spazi disponibili ha sottolineato con forza la contrarietà al protrarsi della logica delladattarsi , che per tanto tempo hanno dovuto subire nellattuale stabile, e al trattamento riservato ai lavoratori alla stregua di pacchi da trasferire nel nuovo stabile. Inoltre, il mancato coinvolgimento delle OO.SS. nelle scelte è molto grave, considerato la recente notizia di chiusura lUT di Ostuni. Notizia che si è cercato di nascondere fino a lunedì 12 u.s. nonostante che lindicazione alla Direzione Centrale provenga dalla DR Puglia, la stessa che ha scelto uno stabile che a malapena contiene i 150 dipendenti della DP e UPT di Brindisi (adattarsi) e che solo con scrivanie a castello potrà ospitare i 30 colleghi di Ostuni.

 

E' stato chiesto di chiarire a quanti colleghi sono destinati gli spazi disponibili” nel nuovo stabile? Le dimensioni delle stanze che ospiteranno le varie postazioni di lavoro? Inoltre si è evidenziato, ancora una volta, che l'USB non ci sta a chiudere nessun ufficio e che ha già richiesto un incontro sindacale urgente alla DRE circa lelenco di Uffici di prossima chiusura.

 

Alla dott.ssa Rotello la nostra delegazione ha chiesto altresì copia delle planimetrie catastali del nuovo stabile unitamente alla collocazione delle postazioni di lavoro. Dati utili per interpretare compiutamente il significato di quel si è dovuto adattarsi e individuare se la nuova destinazione sia ottimale per i lavoratori. In chiusura si è concordato con le altre OO.SS, che dopo aver ricevuto i dati richiesti ed effettuato il sopralluogo del nuovo ufficio, si chiederà di trasferire il tavolo di contrattazione in Direzione Regionale, considerato che la collocazione nel nuovo stabile riguarda il personale della DP Entrate e UP ex Territorio.

 

L'USB viglierà, sia sull'avvio del nuovo Ufficio di Brindisi, sia sull'assurda chiusura di Ostuni, oltre a difendere con forza il nostro diritto a una retribuzione dignitosa, il NO al taglio dei servizi pubblici, alla chiusura degli Uffici e alla mobilità forzata del personale.

* Questo sito usa i cookies per effettuare statistiche sulla navigazione. Navigando sul sito accetti l'utilizzo dei cookies Ulteriori Informazioni