Sicilia - Entrate, altri otto uffici chiusi: ASPETTIAMO COSA?

Messina -

Il 12 ottobre l'Agenzia annuncia la chiusura di altri 54 uffici, in Sicilia adesso tocca a

CANICATTI'

TAORMINA

GELA

MILAZZO

PATTI

MODICA

NOTO

CASTEVETRANO

 

ASPETTIAMO COSA?

 

In Sicilia la Direzione Regionale risponde a USB annunciando che da ora ai prossimi 2 mesi (sigh), fino a fine anno, chiuderà solo Patti, ed annunciando in pratica una nuova mattanza da gennaio.

 

A Roma l’Agenzia puntualmente annuncia altre 54 chiusure, 7 in Sicilia che trovate elencate sopra, rigorosamente nello stesso ordine di presentazione. Un ennesimo assaggio, uno smantellamento continuo che investe direttamente i Lavoratori ma anche il ruolo, la funzione, il futuro dell’Agenzia e della macchina fiscale in questo Paese.

 

Uno smantellamento in corso che coinvolge direttamente tutti, aiutato ed assecondato dalla sponda delle solite organizzazioni che francamente non riusciamo a definire sindacali: possiamo dimenticare l’accordo nazionale di Cgil Cisl Salfi Flp per la chiusura delle sedi? Noi no, fatelo voi se proprio volete.

 

Come non possiamo dimenticare chi applaudiva a Brunetta, al blocco dei contratti perché anche i lavoratori pubblici devono fare la loro parte, chi ha assecondato lo smantellamento della previdenza pubblica per poi lanciarsi a voler gestire anche il nostro Tfr con i loro fondi pensione, chi con la legge Treu (Treu) ha reso precario il futuro di generazioni. E chi sta preparando un sindacato sempre più caporale che punirà i Lavoratori che si azzarderanno a protestare.

 

In allegato il comunicato sull’accordo nazionale per la chiusura delle sedi del luglio 2013. C’è bisogno di chiarezza. Di girare pagina. Di organizzarsi. Di mobilitazione.

 

* Questo sito usa i cookies per effettuare statistiche sulla navigazione. Navigando sul sito accetti l'utilizzo dei cookies Ulteriori Informazioni