Sicilia - Entrate, Le richieste di USB all’incontro sul tavolo permanente sicurezza DR Sicilia

Palermo -

Lo scorso 17 novembre si è svolto, su richiesta di parte sindacale, il III incontro del  tavolo permanente sulla sicurezza in Direzione Sicilia.

Le richieste di USB hanno riguardato tre macro aree:

  1. MISURE DI PREVENZIONE E SICUREZZA:

TAMPONI: Da mesi USB chiede in tutti i tavoli provinciali e  regionali  di dare al personale la possibilità di sottoposizione volontaria  al tampone. Il Direttore Regionale ha riferito di una discussione aperta a livello centrale per giungere a delle convenzioni con i Centri Analisi e che coinvolgerebbe il personale agli sportelli.

USB  lo ritiene un passo avanti ma chiede che questa possibilità venga data a tutte le lavoratrici e i lavoratori in presenza, venga programmata  in Ufficio ( ci manca pure che ci si assembra per fare il tampone) e a spese dell’Amministrazione, che in questi mesi ha risparmiato sui costi. In altre Amministrazioni lo screening è già presente, per non dire passato prossimo;

TERMOSCANNER: Una richiesta anch’essa risalente nel tempo e che si coniuga, oltre che a una soluzione di carattere strutturale,  all’estensione della misurazione della temperatura  preventiva a tutti gli Uffici della Sicilia e  al non condizionamento orario  ( vedi alla voce pausa pranzo) della “prestazione” legata a terzi soggetti che attualmente sono chiamati a misurare la temperatura ( Associazione Nazionale Carabinieri) ;

PROTOCOLLO CONTAGIO IN UFFICIO: viste le difficoltà sulla comunicazione riscontrate in alcune DP, USB ha formalmente chiesto l’adozione di un protocollo per i casi di positività in Ufficio sulla falsariga di quello lombardo, ove è previsto un sistema di massima trasparenza ( comunicazione a personale, rsu e oo.ss su casi positività in Ufficio, rilevanze tracciamento contatti stretti e loro isolamento,  ultima data in Ufficio, sanificazione tempestiva ) nel pieno rispetto della privacy. La DR Sicilia ha comunicato che è in corso di verifica e scrittura un protocollo ad hoc;

PULIZIE: A seguito della discussione sul punto,  secondo USB va fatta una verifica sul monte ore parametrato agli spazi previsto per le pulizie. Se le ore di lavoro previste per le pulizie ( che mai come ora sono fondamentali!)  sono poche va rivisto a monte l’appalto e risolto il problema alla radice;

LOGISTICA: USB  ha ribadito la necessità di una verifica preventiva sui rientri  anche di tipo “logistico” e che consenta di lavorare uno a stanza o uno ogni 30 MQ. Tale previsione, che consentirebbe di non dover usare per ore e ore la mascherina,  è prevista solo in alcune DP della Sicilia.

  1. MISURE ORGANIZZATIVE: 

LAVORO AGILE:

Nell’ambito dei poteri di coordinamento e indirizzo della Direzione Regionale della Sicilia e ferme restando le prerogative della contrattazione decentrata;

alla luce del peggioramento del quadro epidemiologico a livello nazionale e a livello siciliano, stante la dichiarazione della Sicilia come area territoriale  caratterizzata da uno scenario di elevata gravità e da un livello di rischio alto

( art. 2 DPCM 3 novembre 2020 e Decreto Min. Salute 3 novembre, dei DPCM sopravvenuti rispetto alla maggior parte degli accordi già siglati nelle DP; della situazione epidemiologica e strutturale- ospedaliera siciliana,  nonché del quadro in progressiva evoluzione legato ai 21 parametri Min. Salute,  USB ritiene che possano e debbano essere adottate:

  1. soluzioni organizzative che permettono di limitare la presenza fisica in Ufficio alla previa verifica della effettiva necessità e l’offerta dei servizi in presenza ai soli non erogabili da remoto ;
  2. interpretazioni meno rigide su tutta la Regione sul c.d. orario spezzato ( presenza e agile nella stessa giornata) alla luce delle indicazioni governative sulla percentuale “giornaliera”

ROTAZIONE:  Adottare i correttivi necessari per consentire una vera rotazione (principio cardine sancito dal Governo)  agli sportelli, diminuendo in questo modo l’esposizione al rischio di contagio  l’esiguo personale addetto ad erogare i servizi all’utenza;

ATTIVITA ESTERNE:  USB ha ribadito la propria richiesta di sospensione delle attività esterne, parzialmente confermata dal Decreto Ristoro e dalle Commissioni Tributarie per le udienze e dalla DC per i collaudi DOCFA e PREGEO.

MISURE DI SUPPORTO:

Strumentazioni: USB ha ribadito che la richiesta di strumentazioni informatiche  concerne i computer portatili e non quelli fissi e si accompagna a una rilevazione sulla necessità di connessione, SIM e telefoni per lo svolgimento di prestazioni lavorative.

USB Agenzie Fiscali Sicilia

Questo sito usa i cookie

Questo sito utilizza cookie propri e di terze parti per migliorare la tua navigazione, per analisi statistiche sull’utilizzo del sito in forma anonima e per usufruire dei servizi di terzi quali la visualizzazione di video e la condivisione dei contenuti sulle principali piattaforme social. Se vuoi saperne di più clicca sul link “Ulteriori informazioni”. Cliccando su "Abilita Cookie", presti il consenso all'uso dei cookie. I cookie tecnici saranno comunque utilizzati