Sicilia - Entrate, piano ferie? Solo quando lo dico io!

Ragusa -

Con Atto Dispositivo n. 26/2022 dell’8 giugno 2022, inviato dalla direzione a tutto il Personale della DP di Ragusa, alla RSU e alle OOSS, è stata chiesta la predisposizione del piano ferie da godere per il periodo giugno – settembre 2022.

Il piano ferie, in forza di suddetto atto dispositivo, dovrà essere presentato entro e non oltre giorno 14 giugno 2022 per il periodo 20 giugno – 30 settembre e le ferie inserite dovranno essere validate dai responsabili di ogni singola struttura entro il 17 giugno.

Ne consegue che il piano elaborato sarà immodificabile, salvo diversa disposizione del dirigente alla singola motivata richiesta.

In pratica in soli 4 giorni lavorativi si chiede ai Lavoratori di programmare ferie per i prossimi tre mesi.

La programmazione delle ferie, buon senso vuole, necessita del coinvolgimento dell'intero nucleo familiare e comporta la necessità di una organizzazione complessa che va dalla prenotazione di voli, soggiorni o quant'altro.

Non si può pretendere e in maniera irretrattabile se non a discrezione del dirigente, che in quattro giorni si possa organizzare quanto chiesto.

Sul punto la sentenza del Tribunale di Milano del 24 febbraio 1996 è chiara nel riportarsi al buon senso. Infatti, secondo i Giudici meneghini, "Affinché la determinazione del periodo feriale da parte del datore di lavoro sia legittima, l'epoca delle ferie deve essere comunicata con quel preavviso che, secondo correttezza e buona fede, consenta al lavoratore di organizzare in modo conveniente il riposo concesso (Trib. Milano 24/2/96, pres. ed est. Mannacio, in D&L 1996, 684)"

 

Come insegna l'orientamento della Suprema Corte, "l'imprenditore deve organizzare il periodo del riposo annuale in modo utile per le esigenze dell'impresa, ma non ingiustificatamente vessatorio nei confronti del lavoratore e dimentico delle legittime esigenze di questi" (Cass. 24.10.2000 n. 13980).

L'obbligo del datore è, pertanto, limitato alla valutazione degli interessi della controparte secondo i criteri richiamati.

Il piano ferie da programmare in soli 4 giorni rende oggettivamente impossibile per il Lavoratore una organizzazione del riposo concesso.

E visto che nell’atto dispositivo 26/2022 si parla di banca delle ore … cogliamo l’occasione per ribadire la necessità di introdurla anche nella Dp di Ragusa a seguito di un accordo locale come previsto dal CCNL prendendo spunto dall’accordo fatto alla Dp di Torino che riteniamo essere una delle migliori.

In merito poi alla programmazione delle giornate per la 104 crediamo che non si possano pianificare come fossero dei giorni di svago e non giorni in cui si assiste un familiare in gravi condizioni di salute.

Come dire: Papà non ti posso assistere perché il piano ferie non è modificabile ed io avevo previsto che tu avessi bisogno il 4 settembre e non il 12 agosto…

Ma come si può scrivere che la pianificazione riguarda anche il personale interessato dal pensionamento o cessazione del rapporto di lavoro … come si può arrivare a scrivere questo, sapendo che le ferie non saranno pagate se non effettuate?

Si può perché in DP Ragusa abbiamo toccato il fondo non solo nei garage dove piove di tutto e di più, ma anche ai piani alti …  

Questo sito usa i cookie

Questo sito utilizza cookie propri e di terze parti per migliorare la tua navigazione, per analisi statistiche sull’utilizzo del sito in forma anonima e per usufruire dei servizi di terzi quali la visualizzazione di video e la condivisione dei contenuti sulle principali piattaforme social. Se vuoi saperne di più clicca sul link “Ulteriori informazioni”. Cliccando su "Abilita Cookie", presti il consenso all'uso dei cookie. I cookie tecnici saranno comunque utilizzati