Sicilia - Riorganizzazione Entrate, niente di nuovo sotto il sole

Palermo -

Niente di nuovo sotto il sole, così si può riassumere l’incontro avvenuto il 19 maggio scorso presso la Direzione Regionale. I lavoratori si aspettavano finalmente dei chiarimenti, delle rassicurazioni invece è stata un’occasione persa per stabilire competenze degli uffici territoriali, piante organiche, ricadute professionali ed economiche, procedure di mobilità e assegnazioni degli incarichi, carichi di lavoro e quanto altro.

 

Abbiamo assistito al replay dell’accordo quadro nazionale con il peggioramento che tutte le decisioni sono demandate al Direttore Provinciale e nella attesa di conoscere l’esito del prossimo incontro con le OO.SS. di livello nazionale da attivare entro il 30 settembre. Premesso che RdB è stata sin dal primo giorno contraria ad una riorganizzazione che crea lavoratori di serie A (addetti all’Ufficio controlli della Direzione Provinciale) e di serie B (Uffici Territoriali) con tutte le conseguenti criticità al diritto alla carriera, al salario accessorio ed alla professionalità, quello che ci interessa e che ci siamo posti come obiettivo primario è la tutela dei lavoratori.

 

Questi ultimi sono i protagonisti e presto si troveranno a dover fare delle scelte che avranno ripercussioni sulle esigenze personali, familiari e professionali. Per questo motivo abbiamo cercato di chiarire alcuni punti della bozza di accordo presentata dal Direttore Regionale che non ci convincevano ed alle quali sono state risposte evasive che non promettono nulla di buono:

 

- non si conoscono le date di attivazione delle altre Direzioni Provinciali;

- ad un mese circa dalla partenza di Caltanissetta ed Enna non si sono fatte indagini sulla disponibilità alla mobilità da parte dei lavoratori;

- l’indisponibilità ad essere mobilitati comporterà una modifica sostanziale della professionalità;

- non è data possibilità a tutti i colleghi di accedere alla Direzione Provinciale (sono esclusi quelli che lavorano al front office dell’Area Servizi);

- spostamenti di personale mediante l’applicazione del criterio della prevalenza senza specificare a che periodo fare riferimento.

 

Rimane che il 22 giugno partiranno le Direzioni Provinciali di Caltanissetta ed Enna con i relativi Uffici territoriali di Caltanissetta, Gela, Enna e Nicosia. Visto che la Direzione Regionale si è ispirata totalmente all’accordo nazionale ci aspettiamo da essa un minimo di coerenza pubblicando, così come previsto, sul sito intranet regionale prima dell’attivazione delle Direzioni Provinciali e dei suoi uffici territoriali, come queste saranno articolate specificando le sedi in cui opera, le lavorazioni che saranno fatte in ciascuna di esse e con quanto personale.

 

Noi faremo la nostra parte ai tavoli locali di trattativa con i nuovi Direttori Provinciali, a fianco delle RSU e continueremo a vigilare e ad aprire gli occhi ai colleghi con delle assemblee sui posti di lavoro. Si comincerà con le assemble di Enna del 26 maggio e Palermo 1 e Direzione Regionale il 27 maggio.

* Questo sito usa i cookies per effettuare statistiche sulla navigazione. Navigando sul sito accetti l'utilizzo dei cookies Ulteriori Informazioni