Territorio - I TAGLI DELLE PIANTE ORGANICHE RADDOPPIANO

Roma -

Pubblichiamo le conseguenze del taglio del 10% delle piante organiche all'Agenzia del Territorio che in considerazione della pluriennale mancanza di assunzioni, che ha prosciugato l'organico dell'Agenzia passando in un quinquennio da 12.000 lavoratori a 8.500, rende ancora possibile avere 1200 posti in terza area e 200 in seconda area per nuove assunzioni o progressioni di Area.

Ma questa situazione durerà ancora poco, l'accorpamento con le Entrate previsto per dicembre, fotograferà lo stato attuale dei lavoratori in servizio che passeranno in pianta organica alle Entrate con la conseguenza di perdere le quasi 1500 posizioni ancora disponibili.

Quindi nel giro di un paio di mesi il taglio all'Agenzia del Territorio sarà superiore al 23%. Aspettiamo il prossimo taglio o sarà arrivato il momento di gridare forte via al governo Monti?

Sabato 27 ottobre alle 14:30 anche i lavoratori dell'Agenzia del Territorio scenderanno in piazza per il No Monti day.

 

* Questo sito usa i cookies per effettuare statistiche sulla navigazione. Navigando sul sito accetti l'utilizzo dei cookies Ulteriori Informazioni