Territorio - Non toccate il diritto allo studio

USB scrive all’Agenzia perché non limiti i permessi allo studio.

Roma -

Quest’anno l’Agenzia vorrebbe calcolare i permessi straordinari retribuiti per il diritto allo studio applicando il limite massimo del 3% al livello di singolo ufficio.

La norma vigente prevede invece che tale limite sia da considerarsi a livello nazionale e che la ripartizione territoriale, che ricordiamo deve essere fatta dopo accordo sindacale, non può in alcun modo diminuire tale limite. Abbiamo scritto all’Agenzia e al CUG per ripristinare il corretto diritto allo studio per tutti i lavoratori

Diritti e dignità dei lavoratori sono difesi da USB sempre e in qualsiasi periodo dell’anno, a prescindere dalle elezioni RSU. Serietà e coerenza sono il nostro biglietto da visita.

Scarica comunicato e nota Dc in fondo alla pagina.

* Questo sito usa i cookies per effettuare statistiche sulla navigazione. Navigando sul sito accetti l'utilizzo dei cookies Ulteriori Informazioni