Toscana - Entrate, a Massa Carrara parliamo di green pass

Carrara -

Cari colleghe e colleghi,

in data 13.10.2021 si è tenuta una riunione con la DP di Massa Carrara per fare il punto della situazione su:

1) Green pass e relative procedure di controllo;

In merito alle procedure di controllo del green pass la DP ha informato le OO.SS. sulle procedure che verranno adottate e che sono state poi trasfuse nella Diposizione dei Servizio n. 52 del 14.10.2021, che alleghiamo per comodità.

In relazione a queste ci preme invitare i colleghi a prestare la massima attenzione circa la validità del proprio green pass prima di effettuare la timbratura, scaricando l’apposita App. del Ministero della salute “Verifica C19”. In tal senso, poi, la DP ha manifestato la propria massima disponibilità a poter effettuare ove necessario una verifica preventiva per chi avesse difficoltà a farla autonomamente.

Poniamo l’attenzione su tale circostanza perché non è possibile, per ragioni logistiche, effettuare una verifica del green pass antecedente alla timbratura e perché l’eventuale sanzione per l’assenza di green pass valido è rilevante.

Del resto anche la normativa sul punto permette tale organizzazione del controllo.

Abbiamo poi segnalato la difficoltà di prenotare tamponi, considerato la forte richiesta che si sarà con l’attuazione della normativa sul green pass, e quindi l’eventuale criticità dovuta all’assenza di un green pass valido per il giorno di rientro fissato.

La DP ci ha rassicurato che, in questa fase di transizione ove il “sistema green pass e tamponi” non è ancora a pieno regime, terrà un comportamento quanto più conciliante, rendendosi disponibile ad utilizzare tutti gli istituti contrattuali disponibili, ad es. ferie, per venire incontro alle esigenze dei dipendenti. Precisiamo che non può essere utilizzato lo smart working in tali casi perché espressamente vietato dalla normativa vigente. 

2) Attuazione del DPCM del 23.09.2021 e relativo Decreto del Ministro della PA dello 08.10.2021.

Su tale tematica la DP ha condiviso il nostro pensiero ad operare un graduale rientro con prudenza,  in attesa della contrattazione a livello nazionale prima e regionale poi.

Difatti, la DP, tenendo conto di quanto rappresentato dalle OO.SS. e, al contempo, delle indicazioni contenute nel DPCM del 23.09.2021 e nel Decreto Ministeriale del 08.10.2021, chiederà la disponibilità al personale ad effettuare tre rientri a settimana in modo da avere una prevalenza del lavoro in presenza su quello agile.

Si precisa che, in attesa di nuove istruzioni dalla DC e dalla DR, tale disponibilità è del tutto volontaria e che non vi alcun obbligo in tal senso sino al 31 ottobre.

* * *

Come USB, dunque, siamo rimasti molto soddisfatti dell’approccio prudente, serio e concreto della DP sulle tematiche affrontate.

Vi terremo informati degli sviluppi poiché la situazione, soprattutto sulla questione rientri, è molto fluida e in costante divenire.

USB PI – Agenzie Fiscali

Questo sito usa i cookie

Questo sito utilizza cookie propri e di terze parti per migliorare la tua navigazione, per analisi statistiche sull’utilizzo del sito in forma anonima e per usufruire dei servizi di terzi quali la visualizzazione di video e la condivisione dei contenuti sulle principali piattaforme social. Se vuoi saperne di più clicca sul link “Ulteriori informazioni”. Cliccando su "Abilita Cookie", presti il consenso all'uso dei cookie. I cookie tecnici saranno comunque utilizzati