Toscana - Entrate, immobile territorio Livorno: perchè devono sempre scontarla i lavoratori?

USB Interviene ancora

Livorno -

Abbiamo già scritto e raccontato quello che è successo all’edificio dell’Agenzia del Territorio di Livorno, pochi giorni fa.

 

Avevamo anche scritto alle varie figure dell’amministrazione Entrate/Territorio  per avere delle risposte, ma ad oggi non ce ne è arrivata nemmeno una.  Sappiamo però che c’è stato un bel daffare, e quindi aspettiamo di vedere qualcosa al più presto. Ma  non siamo però stati certo fermi ad aspettare, ed abbiamo vigilato sull’evolversi della situazione, mantenendoci anche in contatto con la DRT : lunedì mattina i colleghi sono stati  sotto la pioggia fino alle 10, in attesa che venisse presa  una decisione.

 

Quel giorno sono potuti entrare in pochi, per ragioni di sicurezza. Nei giorni successivi si è poi provveduto ad approntare delle misure di emergenza, ed i colleghi sono potuti rientrare in ufficio, tutti.

 

Nel frattempo però si era paventato che chi non era potuto entrare in ufficio, e dopo almeno due ore di attesa fuori, avrebbe dovuto prendere un “giorno di ferie forzate”. Come i colleghi ben sanno USB è intervenuta prontamente, per fugare anche solo un piccolo dubbio su questa  fattibilità.

 

Adesso siamo di nuovo alle “ricadute” sui colleghi: sempre per ragioni di sicurezza riguardo ad un intervento tecnico (ragioni sacrosante e condivisibili, questo è indubbio) oggi i colleghi sono stati fatti uscire in anticipo. Ma è stato scritto loro che “potranno recuperare l’orario nei giorni successivi”. 

 

Sicuramente chi aveva un profilo superiore alle 6 ore e non le ha effettuate non si vedrà assegnare il buono pasto, ma addirittura far “recuperare tempo” ai colleghi che sono stati mandati via   dall’amministrazione per ragioni di sicurezza ci sembra davvero troppo !!!

 

Fra l’altro, parlando con i colleghi prima della loro uscita, era emersa la possibilità che potessero rimanere in ufficio, in zone  che non presentavano criticità.

 

La scelta dell’amministrazione è stata la più garantista possibile per la tutela dei colleghi, ma appunto si è trattato di UNA SCELTA DELL AMMINISTRAZIONE.

Nessun dipendente ha presentato domande di permessi di alcun tipo, ed in assenza di queste non si può disporre un recupero.

 

Poi per ragioni di sicurezza…..con lo stesso criterio dovremmo recuperare il tempo delle esercitazioni antincendio o antisismiche…sicuramente nella concitazione della situazione c’è stato un malinteso. Attendiamo  notizie dai colleghi.

 

* Questo sito usa i cookies per effettuare statistiche sulla navigazione. Navigando sul sito accetti l'utilizzo dei cookies Ulteriori Informazioni