Toscana - Entrate, incontro con il neo Direttore - MISURE ANTI COVID-19 E VARIE

Firenze -

Si è svolto il 22 luglio il primo incontro con il neo direttore regionale, dott. Pasquale Stellacci, che è stato anche aggiornamento del Tavolo Regionale Covid, che come noto ha normalmente cadenza mensile.

Dopo i saluti e l’augurio di un proficuo lavoro, l’incontro è stato anche l’occasione di confronto su altre tematiche.

COVID

IL Direttore ha proposto:

  •  la conclusione della rilevazione giornaliera delle presenze,
  •  l’incremento dei lavoratori in presenza nei limiti del 50%, come previsto negli accordi già stipulati in toscana per il rientro in presenza
  • la parziale modifica dei protocolli di sicurezza, di cui informerà a breve le OO SS
  • l’istituzione di una Banca delle Idee, dove rilevare proposte di miglioramento lavorativo da parte dei colleghi, da premiare con il Fondo di Produttività.

Ha inoltre esposto la sua posizione circa la presenza in ufficio di dirigenti e POER, che a suo parere deve essere al 100%, escludendo ogni previsione di Smart Working. Rispetto agli obiettivi degli uffici, oltre a garantire l’invio alle OO SS dell’andamento dei risultati, ha evidenziato come a suo parere gli accertamenti debbano essere preparati comunque, anche se poi tenuti “da parte” per invii successivi.

A tal proposito, come USB abbiamo:

1) evidenziato che in toscana abbiamo affrontato di concerto l’emergenza Covid, e che riguardo al funzionamento dei Protocollo anti contagio dei nostri uffici, c’è stata da entrambe le parti piena soddisfazione.

2) espresso perplessità sull’aumento al 50% delle presenze in questo momento, augurandoci che non succeda come lo scorso anno, quando nello stesso periodo abbiamo stilato gli accordi per il rientro in sicurezza e poi ci siamo dovuti fermare. A conferma dei timori la durata dello stato di emergenza, che è stato appena prorogato al 31 dicembre. In toscana alle Entrate vorremmo mantenere i rapporti tenuti fino ad oggi, con un comportamento esemplare riguardo all’emergenza, non come alle Dogane e Monopoli, dove tutte le OO SS unitariamente ieri hanno proclamato lo stato di agitazione per il personale di Toscana e Sardegna. USB ha poi illustrato come le realtà immobiliari degli uffici siano molto diverse; ad esempio ci sono uffici dove gli spazi ampi consentono di lavorare in stanze singole, con la presenza al 50%, ed altri con stanze multiple, dove i colleghi sarebbero costretti a lavorare tutto il giorno indossando la mascherina. Abbiamo concordato con la richiesta di altra oo ss, di tenere conto anche del pendolarismo con utilizzo di mezzi pubblici.

3) richiesto che la rilevazione delle presenze negli uffici continui almeno fino al mese di ottobre, con una cadenza ancora giornaliera, od al più settimanale. Su questo punto l’amministrazione ha concordato.

4) fatto presente, unitariamente ad altra o.s., che in diversi uffici, dopo la nota del Direttore Centrale, si sono fatte pressioni su colleghi fragili o con conviventi fragili affinchè rientrassero in presenza. La nota del Direttore Centrale ha dato indicazioni su come contenersi nel caso di richiesta di rientro presentata di propria iniziativa dal lavoratore fragile, e non ha certo dato modo ai responsabili di sollecitare in qualche modo i rientri; oltetrutto così facendo si può configurare una richiesta di notizie in merito all’avvenuta vaccinazion del lavoratore o del convivente, in palese violazione delle norme in vigore a tutela della privacy.

USB ha poi chiesto in merito agli ulteriori argomenti esposti nella sua richiesta di incontro, razionalizzazione immobiliare e carenza di personale agli UPT.

RAZIONALIZZAZIONE IMMOBILIAREaccorpamento uffici DP Livorno e Massa Carrara.

Evidenziando che non siamo contrari ad un accorpamento delle sedi, abbiamo espresso le nostre preoccupazioni per la sistemazione logistica degli UPT e Conservatorie di Livorno e Massa Carrara, specie per l’erogazione di servizi al pubblico.

Per Livorno inoltre abbiamo fatto presente che non verrà spostata la Conservatoria, per la quale invece da tempo USB aveva chiesto il cambio sede, in quanto è collocata attualmente in situazione assolutamente scomoda, tanto che in tempo di Covid/lock down le lavoratrici ed i lavoratori hanno subito disagi oltremodo pesanti.

L’amministrazione ci ha dato queste informazioni:

attualmente l’Agenzia emette bandi di ricerca immobiliare quantificando le superfici sul 70% del personale in servizio, poiché con il Pola e lo Smart Working a regime, le presenze negli uffici si ridurranno molto. Per Livorno e Massa Carrara si è calcolato che le misure degli immobili delle DP, dove saranno trasferirti gli UPT, e per Massa con la Conservatoria, sono sufficienti ad accogliere il 100% del personale (calcolando circa 20/25 metri quadri medi a testa per dipendente, come da previsioni di legge). USB ha evidenziato i timori sui front office e gli archivi. Per Livorno la risposta è stata che riorganizzando gli spazi non ci saranno difficoltà per il front dell’UPT, e che ci sarebbe spazio anche per la Conservatoria; per quest’ultima il problema è l’archivio, ma si sta tentando di trovare una soluzione. Tutta la DP di Livorno poi, nel giro di 4/5 anni, si dovrebbe trasferire nel nuovo immobile pubblico.

Per quanto riguarda invece Massa Carrara, USB ha fatto presente che l’immobile di Massa attuale sede della DP è sempre stato considerato poco adatto, trattandosi di un ex mobilificio: l’amministrazione ha comunicato che probabilmente l’accorpamento con l’UPT avverrà nella nuova sede, anch’essa immobile pubblico, per la quale si stanno concludendo le pratiche necessarie. Sarà quindi lasciata la sede di Massa/ Ardenza dell’UPT, che tante preoccupazioni ha sollevato, per le vicende legate alla costruzione effettuata su un sito che nel passato era stato accertato come fortemente inquinato; l’affitto di questa sede scade a gennaio 2022.

CARENZA PERSONALE UPT

Come evidenziato nella richiesta di incontro di USB, è necessario affrontare la problematica che negli UPT sta diventando insostenibile. Peraltro, come rilevato anche dall’amministrazione, negli UPT molte lavorazioni sono così particolari che non possono essere condivise se non con professionalità ad hoc. USB ha evidenziato come nelle recenti attribuzioni di incarichi di responsabilità, nella quasi totalità dei casi, l’incarico di Capo area negli UPT è stato attribuito all’unico candidato/a. Per evidente carenza di personale. La DR ha ribadito di aver fatto presente già da tempo questa criticità al livello centrale, per la necessità di bandire concorsi mirati, e che rinnoverà questa segnalazione. Infatti il concorso di cui si parla e che dovrebbe essere bandito l’anno prossimo, riguarda un numero di posizioni assolutamente insufficiente a soddisfare le necessità più impellenti.

SOPRALLUOGHI PER TELELAVORO.

USB ha chiesto che siano effettuati i sopralluoghi per consentire la stipula dei contratti di telelavoro ai colleghi risultati neo-vincitori in graduatoria. L’amministrazione ha accolto positivamente la richiesta, e detto che provvederà quanto prima.

RECUPERO PERMESSI COVID

Sarà consentito il loro recupero con la Banca ore effettuata nel 2021; la stessa opportunità sarà data sia a chi non ha ancora giustificato tali permessi, sia a chi li aveva già compensati con altri giustificativi. È allo studio la modalità tecnica per permettere tale operazione.

NUOVI DIRIGENTI IN TOSCANA

 Il direttore ci ha comunicato che dovrebbero prendere servizio dopo il 15 agosto, che in toscana ne verranno assegnati 15, alcuni già in regione ed altri da fuori, secondo la graduatoria e le preferenze espresse.

PROGETTO CENTRALINISTI NON VEDENTI

Per valorizzare il lavoro dei centralinisti non vedenti, il direttore regionale ha proposto un progetto, che prevede di individuare le 10 richieste più frequenti, evidenziando anche le 10 risposte sintetiche, e farne parte i centralinisti. E’ allo studio l’analisi delle domande ed anche la modalità tecnica che permetta di non bloccare/intasare i numeri dei centralini

 

Cari colleghi, USB vi terrà aggiornati sullo sviluppo dell’attività di confronto e come sempre resta a Vostra disposizione per qualsiasi chiarimento e/o segnalazione di criticità che avete potuto riscontrare. Vi ringraziamo delle vostre indicazioni.

USB PI Toscana - Agenzie Fiscali

Questo sito usa i cookie

Questo sito utilizza cookie propri e di terze parti per migliorare la tua navigazione, per analisi statistiche sull’utilizzo del sito in forma anonima e per usufruire dei servizi di terzi quali la visualizzazione di video e la condivisione dei contenuti sulle principali piattaforme social. Se vuoi saperne di più clicca sul link “Ulteriori informazioni”. Cliccando su "Abilita Cookie", presti il consenso all'uso dei cookie. I cookie tecnici saranno comunque utilizzati