Toscana - Entrate, Territorio Livorno: cade la vetrata dal 12°piano. La sicurezza non esiste

Livorno -

Nella serata del 10 ottobre una vetrata è caduta dal 12° piano dell’edificio in cui è attualmente ubicata l’Agenzia delle Entrate-Ufficio Provinciale del Territorio di Livorno.

Un abitante della zona è rimasto illeso per miracolo e la zona è stata transennata dai vigili del fuoco. Chiuso   l’accesso  al pubblico all’Ufficio del Territorio: infatti su tutta la superficie sono ancora sparse innumerevoli schegge di vetro. Se l’ episodio fosse avvenuto in orario di lavoro potevano essere molte le persone a correre rischi gravissimi, anche mortali. Sia utenti che lavoratori.

Questo lo scenario  di cui ha potuto prendere visione USB, che proprio nella mattina dell’11 ottobre ha tenuto un’assemblea presso l’ufficio.

Da anni denunciamo la situazione di degrado estremo dell’immobile presso cui è situato l’ufficio, anche nel comunicato in cui parlavamo della movimentazione dei carichi, riferendoci agli archivi.

Ma basta fare un giro nell’ufficio per prendere atto dello stato delle cose: l’umidità cola , al pianterreno è ben percepibile ma se si scende nel seminterrato lo stato delle strutture è davvero impressionante. Queste sono le maggiori evidenze, ma il degrado è fortissimo anche quando non immediatamente visibile, come per l’episodio appena avvenuto.

Il locale ufficio provinciale dell’Agenzia delle Entrate ha ormai da tempo cambiato sede, dopo anni di segnalazioni di problematiche gravi.

Per l’Ufficio Provinciale del Territorio, invece, cosa bisogna aspettare? Un incidente grave? Ormai, comunque, ci siamo arrivati: è solo per una fortunata casualità che non è avvenuta una tragedia.

La struttura cade a pezzi, la zona è transennata e chiusa al pubblico, non si sa se sarà possibile riaprire al pubblico l’ufficio . In attesa della decisione delle autorità, ai colleghi è stato detto che lunedì  14 ottobre si fermino fuori, all’inizio della strada, senza entrare nell’immobile.

Non vorremmo che fossero proprio loro a dover scontare questa situazione, che sicuramente non è legata ad  una loro scelta.  E anche se invece la struttura fosse accessibile, per quanto tempo saranno lasciati in questa situazione, rischiosissima sia per loro che per i cittadini/utenti ?

Abbiamo scritto anche alle due Direzioni Regionali, ci aspettiamo almeno una risposta in tempi brevissimi.

 

In fondo alla pagina puoi scaricare una articolo del quotidiano Tirreno che riporta quanto accaduto

* Questo sito usa i cookies per effettuare statistiche sulla navigazione. Navigando sul sito accetti l'utilizzo dei cookies Ulteriori Informazioni