Veneto - No alla meritocrazia con la marcia indietro

L'Fps 2006 a Padova parte senza valutazione retroattiva grazie a RdB

Padova -

Si è chiuso martedì 16 settembre l'accordo sul FPS 2006 presso l'Ufficio delle Entrate di Padova 2 siglato dalla RSU, da RdB e da tutte le altre organizzazioni sindacali.

 

Nell'essere soddisfatti per aver dimostrato con l’accordo di Padova 2  che non è un obbligo premiare “i più meritevoli” ora (2008) per allora (2006) - ed è l’ottenimento di questo risultato che ci ha fatto sottoscrivere l’accordo - ci resta l'amarezza che le differenze economiche tra colleghi sono ancora  troppo elevate e questo ci motiva ancor di più nel proseguire le iniziative di mobilitazione e lotta per la dignità del pubblico dipendente a partire dallo sciopero generale di tutto il sindacalismo di base del 17 ottobre.

 

Ma entriamo nel merito dell’accordo: riteniamo indubbiamente positivo il fatto che è stato rispettato quanto emerso dall'assemblea dei lavoratori di venerdì 12 settembre indetta dalla RSU, ossia è stata respinta la proposta della Direzione della selezione dei più bravi  nel Fondo di Produttività e nel Fondo di Sede per il 2006  (così come previsto dall'accordo regionale non firmato da RdB).

 

La Direzione pur di far passare la selezione dei migliori, ora per allora, aveva colto al volo la protesta, che riteniamo giusta , di alcuni colleghi verificatori che chiedevano che, nel Fondo di Sede, il computo delle ore lavorate avvenisse così com'era stato per l'FPS 2005 e non in base alle ore effettivamente svolte (stabilito dall'accordo regionale ora per allora). Nel respingere la loro richiesta perché ritenuta impraticabile, la Direzione proponeva, per andare loro incontro, di istituire nel Fondo di Produttività un meccanismo di selezione dei più bravi tra i verificatori che avrebbero così avuto l'onore, da soli, di sperimentare il premio per i più meritevoli del 2006.

 

Questo tentativo della Direzione di reintrodurre limitandolo ai verificatori quello che l'assemblea dei lavoratori aveva rifiutato per tutti non ha trovato accoglimento dalla RSU, dalle organizzazioni sindacali, ed è stato rifiutato anche dai colleghi verificatori che avevano elaborato la lettera di protesta.   Il dato invece negativo è che è stata respinta dalla Direzione la proposta di RdB fatta propria da tutti, di svuotare di fatto l'ultima posizione della griglia di classificazione attività degli Uffici Locali (servizi di supporto).

 

A nulla sono valse le argomentazioni che proprio a Padova 2 (su proposta di RdB) già nel FPS 2004 era stata chiusa, prima che fosse sancito  a livello nazionale, l'area A,  applicando per i colleghi che vi rientravano il parametro a loro più favorevole dell'Area B. Questo rifiuto da parte della Direzione ha comportato che alcuni colleghi (segreteria e back office) si trovano troppo distanziati economicamente.

 

Come RdB a livello nazionale non è stato firmato l'accordo sul FPS proprio perchè la griglia di classificazione delle attività prevedeva una differenza tra colleghi troppo alta che solo in parte è stata attenuata a Padova 2 (alle prime due posizioni sono stati attribuiti i valori minori e alle altre 4 i valori maggiori).

 

Adelante! La lotta per ottenere dignità, diritti, salario per il pubblico dipendente è solo all'inizio.

* Questo sito usa i cookies per effettuare statistiche sulla navigazione. Navigando sul sito accetti l'utilizzo dei cookies Ulteriori Informazioni