Agenzia Dogane - Il Fondo 2006 tocca il fondo

Roma -

Già dal titolo si capisce che se ci ritroviamo oggi a parlare del Fondo del 2006 c’è stato qualche problema. Avevamo già informato in precedenti comunicati che l’ostacolo era la mancata certificazione da parte dei Revisori dei Conti, i quali hanno posto rilievi sulla questione dei colleghi “retrocessi”. Alla fine la soluzione è stata quella di non applicare quell’accordo e procedere con la firma definitiva degli altri accordi che riguardavano il Fps 2006.

 

Non tutti erano stati firmati dalla nostra sigla, ma nell’intesa definitiva sono state risolte parte delle questioni che all’epoca avevamo posto. La prima era quella degli stanziamenti per le progressioni economiche già effettuate, che venivano riportati sempre uguali, mentre a causa dei pensionamenti sarebbero dovuti diminuire di un importo pari al costo dei passaggi dei dipendenti cessati.

 

La seconda era quella dello stanziamento di tre milioni per ulteriori passaggi che, a nostro avviso, non potendo essere speso nel 2006 perché nessuno aveva maturato un’anzianità di servizio di due anni nella fascia economica dopo la progressione economica attuata con l’accordo del 13 ottobre 2005, sarebbero andati persi.

 

Riepilogo degli importi al netto degli oneri riflessi da erogare con clausola salvaguardia FPS 2006

 

 

anno 2004

 

anno 2005

 

anno 2006

 

totale anno 2006

 

risparmi ex qualifiche super

€  130.850,50

€  106.292,84

€     112.329,25

€     349.472,59

 

risparmi passaggi fasce econ.

 

€      5.690,89

€     330.504,74

€     336.195,63

 

importo per ordinamento professionale non attuato

 

 

€  3.000.000,00

€  3.000.000,00

 

maggior costo varie indennità competenza 2006

 

 

€     169.470,00

€     169.470,00

 

IMPORTO DA EROGARE CON CLAUSOLA SALVAGUARDIA FPS 2006

 

 

 

€  3.516.198,22

 

 
Il recupero di queste cifre, espresse nel dettaglio dal prospetto che segue, consentirà di ridistribuire ai lavoratori dell’Agenzia delle Dogane circa 3,5 milioni di euro con i criteri usati per la produttività. Fra le questioni che, al contrario, non hanno purtroppo trovato la soluzione vi è quella dei colleghi provenienti dal Demanio che essendo transitati nell’ Agenzia dopo il 13 ottobre 2005 sono rimasti fuori dall’applicazione della progressione economica sia da noi sia nell’Agenzia di provenienza. L’Agenzia delle Dogane non ha ritenuto opportuno modificare in tal senso l’accordo del 2006 e quindi rinnovare l’iter di certificazione da parte degli organi di controllo, per non dilatare ulteriormente i tempi  della sottoscrizione definitiva.

 

Sul punto non possiamo non ricordare che si era già arrivati ad una soluzione con l’Agenzia del Demanio, con cui si era firmato un accordo nel luglio del 2007, e che la maggioranza delle sigle hanno ritirato la propria firma poiché per non meglio precisati motivi tecnici la soluzione andava trovata all’Agenzia delle Dogane… Ora sappiamo come è andata a finire. Se ne riparlerà per il 2007.

 

Intanto quei colleghi hanno perso perlomeno un anno.

 

* Questo sito usa i cookies per effettuare statistiche sulla navigazione. Navigando sul sito accetti l'utilizzo dei cookies Ulteriori Informazioni