Agenzia Dogane - Non fermate la stabilizzazione dei lavoratori precari. Lettera di RdB all'amministrazione

Roma -

Riteniamo che il divieto di nuove assunzioni, di cui all’art. 17 comma 7, venga disposto quale misura sanzionatoria relativa al conseguimento degli obiettivi di contenimento della spesa assegnati alle amministrazioni, come si evince dalla relazione tecnica allegata al testo di conversione del DL 78/2009, che alleghiamo alla presente.

 

Leggi tutto e scarica la documentazione in fondo alla pagina.


.

.

Roma, 12 luglio 2009

All’Agenzia delle Dogane Area Centrale Personale e Organizzazione

dott. Alessandro Aronica

R O M A

.

Decreto anticrisi 01.07.2009, n. 78. Blocco stabilizzazione CFL

L’Agenzia delle Dogane ha comunicato alle Organizzazioni Sindacali di aver disposto il rinvio a data da destinarsi di tutte le nuove assunzioni a tempo determinato e indeterminato in relazione ai nuovi vincoli recati dal decreto legge 1° luglio 2009, n. 78, titolato “provvedimenti anticrisi, nonché proroga di termini e della partecipazione italiana a missioni internazionali”.

L’Agenzia dichiara di aver interessato i dicasteri competenti al fine di verificare se la stessa rientri tra le Amministrazioni e gli enti interessati dall’attuazione del comma 3 e se debba, quindi, soggiacere al blocco delle assunzioni decretato dalla disposizione.

Riteniamo che il divieto di nuove assunzioni, di cui all’art. 17 comma 7, venga disposto quale misura sanzionatoria relativa al conseguimento degli obiettivi di contenimento della spesa assegnati alle amministrazioni, come si evince dalla relazione tecnica allegata al testo di conversione del DL 78/2009, che alleghiamo alla presente.

Per gli esposti motivi riteniamo che il decreto legge n. 78 del 1° luglio 2009 non possa considerarsi un ostacolo alle assunzioni del personale con contratto di formazione lavoro già programmate.

.

p/RdB-CUB Pubblico Impiego - Settore Agenzie Fiscali , Stefania Lucchini

* Questo sito usa i cookies per effettuare statistiche sulla navigazione. Navigando sul sito accetti l'utilizzo dei cookies Ulteriori Informazioni