Agenzie Fiscali - Il 17 luglio le mozioni in volo. Comunicato stampa

Roma -

Venerdì 17 luglio a Roma, quando il cannone del Gianicolo batterà il quotidiano colpo delle 12 in punto, davanti alla sede del Ministero dell’Economia e delle Finanze in piazza Mastai si alzeranno in volo centinaia di palloncini colorati. Ad ogni palloncino sarà legata la mozione proposta dalla RdB-CUB Agenzie Fiscali e votata da centocinquanta uffici e circa quattordicimila lavoratori del Comparto per chiedere la corresponsione del salario di produttività 2008.

 

Leggi tutto e scarica il comunicato stampa (in fondo alla pagina).


.

COMUNICATO STAMPA

AGENZIE FISCALI: “MOZIONI IN VOLO”

PER IL SALARIO DI PRODUTTIVITÀ

VENERDÍ 17 LUGLIO, ROMA, PRESIDIO IN PIAZZA MASTAI – ORE 12.00

.

Venerdì 17 luglio a Roma, quando il cannone del Gianicolo batterà il quotidiano colpo delle 12 in punto, davanti alla sede del Ministero dell’Economia e delle Finanze in piazza Mastai si alzeranno in volo centinaia di palloncini colorati. Ad ogni palloncino sarà legata la mozione proposta dalla RdB-CUB Agenzie Fiscali e votata da centocinquanta uffici e circa quattordicimila lavoratori del Comparto per chiedere la corresponsione del salario di produttività 2008. Contemporaneamente, in tutta Italia, la stessa mozione prenderà il volo da ogni ufficio in cui è stata votata ed agli utenti verrà distribuito un volantino sulle condizioni dei lavoratori del Fisco.

“Lanceremo un mare di palloncini colorati per far tornare a volare la Pubblica Amministrazione, i suoi servizi e anche i suoi servitori”, annuncia Stefania Lucchini, dell’Esecutivo nazionale RdB-CUB Agenzie Fiscali. “Un mare di palloncini per simboleggiare l’irraggiungibilità nel nostro Paese di un Fisco giusto in cui non siano solo i lavoratori dipendenti a contribuire per il 78% agli introiti fiscali nazionali, come risulta dai dati delle dichiarazioni dei redditi 2008”.

“Oggi più che mai si sente la necessità di investire sulla macchina fiscale - prosegue Lucchini -  sul salario dei lavoratori, che peraltro hanno raggiunto e superato tutti gli obiettivi di produttività fissati, sul loro diritto alla carriera, ed esigere l’immediata assunzione dei contratti di formazione lavoro e dei tirocinanti idonei ai concorsi svolti insieme a nuove assunzioni di giovani, senza forme di lavoro precario o instabile”, conclude la rappresentante RdB-CUB P.I..

Roma, 15 luglio 2009

* Questo sito usa i cookies per effettuare statistiche sulla navigazione. Navigando sul sito accetti l'utilizzo dei cookies Ulteriori Informazioni