Agenzie Fiscali - Referendum sulle progressioni dal 14 al 18 febbraio, i quesiti e le schede esplicative

Dal 14 al 18 febbraio si vota sulle progressioni economiche

Roma -

Si svolgerà con modalità telematica la consultazione referendaria sui tre accordi sottoscritti nelle tre Agenzie Fiscali per l'avvio di circa 25.000 progressioni economiche orizzontali.

Si voterà dalla pagina del nostro sito www.agenziefiscali.usb.it a partire da lunedì 14 febbraio.

Il voto sarà aperto a tutti i lavoratori del comparto Agenzie Fiscali, iscritti e non iscritti all'organizzazione sindacale USB, perché USB ritiene che la partecipazione democratica alla vita sindacale debba comunque essere salvaguardata, a prescindere dalle bandiere e dall'appartenenza.

La democrazia consultiva è un valore da difendere, aspettando che essa diventi democrazia partecipativa e vincolante per tutti gli accordi che condizionano la vita dei lavoratori.

Questa è la nostra idea del rapporto che deve esistere tra lavoratori e organizzazioni sindacali, un rapporto dal quale discende un potere che le organizzazioni sindacali spendono al tavolo negoziale e che in definitiva deve tornare nelle mani dei lavoratori che devono poter giudicare gli accordi. E poiché gli accordi sono vincolanti per tutti, tutti devono poterli giudicare.

L'auspicio è che la partecipazione al voto sia ampia, la più ampia possibile e che anche attraverso queste forme di partecipazione possa rinsaldarsi il rapporto fiduciario fra delegante e delegato (lavoratore e organizzazione sindacale), che oggi sembra sfilacciato a tutto vantaggio dell'amministrazione e a danno di tutti i lavoratori.

Che la percentuale di sindacalizzazione sia bassa, purtroppo non è un segreto, come non è un segreto il fatto che fra i circa 10.000 "neo assunti" (con alle spalle in alcuni casi anche 10 anni di anzianità) ci sia diffidenza verso "il sindacato" e scarsa conoscenza del ruolo che ancora quel sindacato può esercitare in maniera vertenziale per ottenere risultati concreti a vantaggio dei lavoratori, così come dimostrato anche con il percorso delle progressioni economiche lanciato nel gennaio 2010 da USB ed approdato in meno di un anno ad un risultato per molti inaspettato.

Ci auguriamo che proprio fra i più giovani possa essere alta la partecipazione al voto, come segno di una ripresa della volontà di partecipazione, che quando manca penalizza prima di tutto i lavoratori stessi.

Il voto dovrà essere espresso con un SI o con un NO a quattro quesiti (vedi scheda di voto fac-simile in fondo alla pagina).

Raccomandiamo di leggere le schede di approfondimento dei contenuti degli accordi (anch'esse allegate in fondo alla pagina), una per ciascun accordo di ciascuna Agenzia e ovviamente di leggere anche gli accordi che si stanno giudicando.

Raccomandiamo inoltre di ricordarsi di CONFERMARE il voto espresso, rispondendo alla e-mail di conferma che invieremo automaticamente a chi avrà votato. La modalità di voto garantisce l'anonimato e assicura la piena correttezza e trasparenza della consultazione.

Dove possibile, USB sta accompagnando la consultazione referendaria con le assemblee fra i lavoratori. Il mezzo telematico è comodo e pratico, ma non è assolutamente in grado di sostituire il rapporto diretto, il dialogo, il confronto assembleare che arricchiscono i delegati e i lavoratori, rinforzando quella fiducia che è alla base della volontà di partecipazione.

Riprendiamoci il diritto di partecipare, riprendiamoci il diritto di decidere. Buon voto a tutti!

 

* Questo sito usa i cookies per effettuare statistiche sulla navigazione. Navigando sul sito accetti l'utilizzo dei cookies Ulteriori Informazioni